FinanzaeDiritto sui social network
25 Aprile 2015  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  area utenti  |  registrati

            




Sulla responsabilita' solidale del committente e dell'appaltatore

25 Settembre 2012 - Autore: Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista


  www.studiochiari.com   Responsabilità solidale del committente e dell’appaltatore per i debiti fiscali, retributivi e contributivi     INDICE   1 - Premessa 2 - Nuova disciplina della responsabilità solidale tra committente, appaltatore e subappaltatore in ambito fiscale 2.1 - Ambito di applicazione 2.2 - Limite alla responsabilità...

Contenuto non visibile


Per leggere l'intero articolo devi essere un utente registrato.
Clicca qui per registrarti gratis adesso. oppure compila il form qui sotto per loggarti

Login









            

Altri articoli scritti da Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista

Ultimi commenti degli utenti

Dallo scorso 12 agosto sono in vigore le disposizioni introdotte dall'art. 13-ter del decreto legge Crescita che disciplinano il meccanismo di solidarietà solidale tra appaltatore e subappaltatore. Le norme prevedono anche una pesante sanzione penale per il committente in caso di omesso versamento dell'Iva e delle ritenute fiscali. La responsabilità solidale è limitata all'ammontare del corrispettivo dovuto. Contrariamente al passato non c'è più il limite temporale dei due anni dalla cessazione dell'appalto. All'appaltatore, per liberarsi dalle responsabilità, non è più sufficiente dimostrare di aver messo in atto tutte le cautele possibili per evitare l'inadempimento. Deve, invece, farsi consegnare, prima del pagamento del corrispettivo, la documentazione attestante che i versamenti di ritenute e Iva scaduti sono stati correttamente eseguiti. Non basta l'asseverazione di un soggetto abilitato. Analoga solidarietà è prevista anche a carico del committente.

28 Settembre 2012 ore 12:41:04 - Luciano Chiari

Visto che la legge prevede la possibilità di versare in ritardo l'iva per poi sanare con ravvedimento etc.,perché il mio committente può non pagarmi le fatture finchè io non ho pagato l'iva? E, a questo punto, tutti i lavori svolti sono da considerare appalti o c'è un limite dato dal numero di addetti, attrezzature etc.? La ringrazio.

7 Dicembre 2012 ore 10:33:27 - vania enzo

I condomini essendo soggetti privati, sono presi in mezzo?Questo l'agenzia delle entrate non lo chiarisce.Io com eprivato dovrei far fare l'autocertificazione.E' pazzesco.Che cosa ne sa un operaio , che l'idraulico deve rilasciarli l'autocertificazione assieme alla fattura? Cordiali saluti. M.B.

11 Gennaio 2013 ore 14:27:36 - Massimiliano Bugno

non riesco a riscutere dall'appaltatore, posso chiedere il pagamento alla committente?

10 Agosto 2013 ore 16:11:43 - Attilio Lupacchino




Powered by Share Trading
Everlasting