ActivTraderApp
FinanzaeDiritto sui social network
19 Aprile 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Stati Uniti, in calo la fiducia dei consumatori americani nell'economia

12 Aprile 2019 - Autore: Redazione


L’Università del Michigan ha pubblicato oggi i dati relativi al livello di fiducia dei consumatori americani nell’economia statunitense. L’indice ha rilevato che nel mese di aprile il valore in punti si è attestato al 96,9, deludendo le aspettative iniziali che lo collocavano al 98,1.

Il motivo potrebbe essere ricondotto alle deludenti prospettive economiche di lungo periodo e al calo dell’entusiasmo, che aveva inizialmente accompagnato i tagli fiscali voluti da Trump.

Per quanto riguarda i risultati relativi al “Sentimento dei Consumatori”, l’indice delle condizioni economiche attuali sarebbe salito al massimo in quattro mesi, raggiungendo quota 114,2 punti. Mentre quello inerente al “Sentimento di aspettativa” sarebbe a 85,8.

Risultati preliminari Aprile 2019

 

 

Apr

Mar

Apr

M-M

Y-Y

 

2019

2019

2018

Change

Change

Indice del sentimento dei consumatori

96.9

98.4

98.8

-1.5%

-1.9%

Condizioni economiche attuali

114.2

113.3

114.9

+0.8%

-0.6%

Indice delle aspettative dei consumatori

85.8

88.8

88.4

-3.4%

-2.9%

Il calo delle aspettative rifletterebbe un indebolimento della fiducia nei confronti dell'economia americana, che è scesa al livello più basso da gennaio 2018.

Nonostante questo, l'indice è rimasto con valori alti sostenuto da alcuni dati positivi dell’economia a stelle e strisce: l’aumento dei posti di lavoro, la decisione della Federal Reserve di non alzare i tassi di interesse e la crescita dei prezzi del mercato azionario Usa.

Le stime indicano che i rimborsi fiscali sono diminuiti rispetto all'anno scorso, ma lo studio dell’Università del Michigan fa emergere che gli americani restano ottimisti riguardo alle finanze personali.

È interessante notare come l'impatto della riforma fiscale non abbia inciso sulla fiducia dei consumatori, per i quali parametri come l'aumento dei redditi nominali e la bassa inflazione inciderebbero di più sulle spese individuali.

 

Sfortunatamente gli acquisti di veicoli e abitazioni non hanno beneficiato di un calo dei prezzi e i consumatori hanno espresso lamentele riguardo ai rincari. Nel 2019 si prevedono lievi flessioni delle vendite unitarie di entrambi i settori.

Questo quanto emerge dall’analisi effettuata da Richard Curtin, Surveys of Consumers chief economist.

 

Mercato:

Grafico Sp500

https://www.tradingview.com/x/0ZmBVYKy/

L’Sp500  al momento della pubblicazione ha avuto una oscillazione di 3 punti al ribasso.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades