bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
24 Settembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Società di capitali: pagamento della tassa annuale per la numerazione dei libri e registri

3 Marzo 2009 - Autore: Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista

 

www.studiochiari.com
 
SOCIETA’ DI CAPITALI
Pagamento della tassa annuale
per la numerazione dei libri e registri
 
Entro il 16.3.2009 deve essere versata la tassa annuale per la numerazione dei libri e registri di cui all’art. 2215 c.c.
L’obbligo di versamento permane anche a seguito dell’abolizione dell’obbligo di numerazione e bollatura iniziale dei principali libri contabili obbligatori, disposta dall’art. 8 della L. 383/2001.
 
Soggetti tenuti al versamento
Sono soggetti al versamento le società di capitali (es. spa, sapa e srl), fatta eccezione per le società cooperative e le mutue assicuratrici (C.M. 3.5.96 n. 108/E).
Peraltro, la tassa rimane applicabile sempreché permanga l’obbligo della tenuta di libri numerati (es. libro giornale e libro inventari) e bollati (es. libri sociali ex art. 2421 c.c.) nei modi previsti dall’art. 2215 c.c.
In un’altra occasione, il Ministero ha rilevato che sono soggetti passivi anche gli enti dotati di capitale o fondo di dotazione aventi per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali (R.M. 27.5.96 n. 90/E).
A parere dell’Amministrazione finanziaria (C.M. 108/E/96, in risposta al quesito 12.1.3), la tassa si applica anche alle società di capitali in liquidazione ordinaria o sottoposte a procedure concorsuali (fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza), purché permanga l’obbligo di tenuta di libri numerati e bollati nei modi previsti dal Codice civile (secondo un orientamento giurisprudenziale, invece, non sono soggetti all’obbligo di pagamento le società o enti dichiarati falliti o in liquidazione coatta amministrativa; cfr: Trib. Udine 7.3.96).
 
Ammontare della tassa
L’ammontare della tassa, a prescindere dal numero di libri o registri tenuti e dal numero delle relative pagine, è pari a:
  • 309,87 euro, se il capitale sociale o fondo di dotazione è inferiore o uguale a 516.456,90 euro;
  • 516,46 euro, se il capitale sociale o fondo di dotazione supera 516.456,90 euro.
 L’ammontare del capitale sociale di riferimento deve essere verificato alla data dell’1.1.2009.
 
Modalità di versamento
Le modalità di versamento sono diverse, a seconda che la tassa venga corrisposta:
  • per il primo anno di attività;
  • per gli anni successivi.
Primo anno di attività
Il versamento va effettuato con apposito bollettino sul numero di conto corrente postale 6007, prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività; su tale dichiarazione devono essere indicati gli estremi dell’attestazione di versamento.
Per i versamenti di competenza della Regione Sicilia, occorre utilizzare il conto corrente po­stale n. 210906.
Anni successivi
Per gli anni successivi al primo, il versamento deve essere eseguito mediante il modello F24, utilizzando il codice tributo 7085 “Tassa annuale vidimazione libri sociali” e indicando, quale periodo di riferimento, "2009". Se il contribuente vanta crediti compensabili con il modello F24, questi possono essere utilizzati in compensazione con le somme dovute a titolo di tassa di concessione governativa.
 
Prova dell’avvenuto versamento
La R.M. 20.11.2000 n. 170/E ha chiarito che i pubblici ufficiali (es. notai, funzionari del Registro delle imprese) sono autorizzati a provvedere alla numerazione (ed eventuale bollatura) dei libri e dei registri delle società di capitali, senza richiedere l’esibizione della ricevuta di pagamento della tassa forfetaria di concessione governativa, se tali libri e registri vengono presentati prima che sia decorso il termine del 16 marzo.
Pertanto, gli eventuali controlli sul regolare pagamento della tassa saranno effettuati in un momento successivo, anche in occasione di accessi, verifiche od ispezioni da parte degli organi preposti.



            

Altri articoli scritti da Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento






cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting