directa
FinanzaeDiritto sui social network
23 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




SERVIZI ITALIA: INGRESSO DI STERIS NEL CAPITALE DELLA SOCIETA' E AVVIO PARTNERSHIP NEL SETTORE DELLA STERILIZZAZIONE

5 Agosto 2014 - Autore: Redazione


Il Consiglio di Amministrazione di Servizi Italia, azienda leader nel mercato italiano dell’outsourcing sanitario dei servizi ospedalieri, quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana S.p.A., in data odierna ha approvato l’avvio di una partnership (“Accordo”) con STERIS Corporation (“STERIS”), gruppo statunitense quotato al NYSE con una capitalizzazione di oltre 3,1 miliardi di USD e leader mondiale nello sviluppo e commercializzazione di soluzioni di prevenzione, controllo e assistenza per il business   della sterilizzazione in ambito sanitario, farmaceutico e di ricerca e sviluppo.

L’accordo  ha  ad  oggetto  l’ingresso  di  STERIS  (tramite  la  controllata  indiretta interamente posseduta STERIS UK Holding Limited) (il “Partner”) nel capitale sociale di Servizi Italia e il contestuale avvio di una collaborazione industriale e commerciale per lo sviluppo di progetti nel settore della sterilizzazione in Italia e all’estero, area di business caratterizzata da ampie opportunità di crescita, un’elevata marginalità e da contratti di lunga durata.

“L’accordo commerciale ed industriale sui servizi di sterilizzazione con la multinazionale americana STERIS Corporation - ha dichiarato Luciano Facchini, Presidente e CEO di Servizi Italia - ci consente di avviare una partnership che crea importanti sinergie per il nostro Gruppo e di continuare il rafforzamento e consolidamento del settore della sterilizzazione. Il fatto  che STERIS abbia scelto un’azienda italiana per la collaborazione commerciale e lo sviluppo di progetti nel settore della sterilizzazione in Italia ed all’estero, premia il modello di business di Servizi Italia, l’operato e le scelte compiute in questi anni dal management, oltre a permetterci di realizzare futuri progetti che genereranno nuove economie che significano ulteriore  sviluppo,  maggiore  qualità  dei  servizi  offerti  e  garanzia   del  lavoro.  Questa partnership supporta  la nostra strategia  che, ora più che mai, è orientata  ad uno sviluppo internazionale, che avverrà attraverso un processo di crescita per linee esterne con focus su Paesi ad alto potenziale, dove l’outsourcing dei  servizi a valore aggiunto della sterilizzazione trova una domanda in forte crescita.”

In linea con le scelte strategiche comunicate da Servizi Italia, finalità principale dell’accordo è di supportare lo sviluppo di progetti nel settore della sterilizzazione di dispositivi medico chirurgici per strutture ospedaliere in Italia e/o all’estero. L’accordo è strutturato in due
fasi.

La prima fase – che dovrebbe concludersi entro il mese di settembre/ottobre 2014 – prevede che il Partner entri a far parte della compagine sociale di Servizi Italia attraverso un aumento di capitale riservato di ammontare pari al corrispettivo in Euro di USD 5.000.000,00 (sino ad un massimo, comprensivo di sovrapprezzo, di Euro 4.000.000,00) che sarà sottoposto all’approvazione di una convocanda Assemblea Straordinaria dei Soci (l’”Aumento di Capitale Riservato”). Il prezzo di emissione delle nuove azioni nell’ambito dell’Aumento di Capitale Riservato sarà pari a Euro 4,864, con un premio dell’11,20% rispetto al prezzo di mercato del titolo alla chiusura del 4 Agosto 2014.

La seconda fase dell’accordo – da effettuarsi entro 18 mesi dal perfezionamento dell’Aumento di Capitale Riservato – prevede che venga proposta all’Assemblea Straordinaria dei Soci l’attribuzione al Consiglio di una delega ai sensi dell’art. 2443 cod. civ per deliberare un ulteriore aumento di capitale, in una o più tranche, per un importo complessivo massimo pari al corrispettivo in Euro di USD 5.000.000,00 (sino ad un massimo di Euro 4.000.000,00) sempre   riservato   all’ingresso   del   Partner   (l’“Aumento   Delegato”)   e   da   attivarsi esclusivamente con l’obiettivo di finanziare lo sviluppo di uno o più specifici progetti di sterilizzazione in Italia o all’estero. L’accordo prevede che il prezzo dell’Aumento Delegato sarà pari alla media dei prezzi del titolo Servizi Italia registrata nei 90 giorni precedenti l’esercizio della delega da parte del Consiglio in relazione a specifici progetti di sterilizzazione nel contesto dell’Aumento di Capitale Delegato. In alternativa – anche solo parziale – all’emissione di nuove azioni sia con riferimento all’Aumento di Capitale Riservato che all’Aumento Delegato, Servizi Italia avrà la facoltà di cedere al Partner azioni proprie al prezzo corrispondente al prezzo di emissione.  Qualora  il  progetto  da  finanziarsi  sia  all’estero,  l’accordo  offre  al  Partner l’alternativa di sottoscrivere sino al 49% del capitale del veicolo estero, fermo restando che Servizi Italia deterrà comunque una quota non inferiore al 51% di detta nuova società estera.

L’Accordo, infine, prevede che, al momento della sottoscrizione dell’Aumento di Capitale Riservato, entrerà in vigore un contratto di fornitura (“Supply Agreement”) fra STERIS e Servizi Italia che avrà una durata di 5 anni. Il Supply Agreement ha la finalità di consolidare il rapporto  industriale  fra  Servizi  Italia  e  STERIS,  rafforzando  le  sinergie  reciproche  con riferimento alla fornitura alla Società di prodotti consumabili e macchinari per la sterilizzazione sviluppati e commercializzati da STERIS per il settore della sterilizzazione in ambito sanitario.

Ai sensi dell’Accordo, l’impegno di sottoscrizione e liberazione dell’Aumento di Capitale Riservato (e dell’Aumento Delegato) è condizionato (compresa una condizione risolutiva), tra l’altro: (i) all’adempimento da parte della Società ai propri obblighi previsti dall’Accordo, (ii) alla veridicità e correttezza di alcune dichiarazioni e garanzie rilasciate dalla Società e dal suo socio di maggioranza, (iii) al fatto che i titoli della Società non siano stati sospesi o revocati dalla quotazione per più di 20 giorni lavorativi, (iv) al fatto che non sia promossa un’offerta pubblica di acquisto sulle azioni della Società, (v) alla quotazione delle azioni di nuova emissione sul Mercato Telematico Azionario, gestito e organizzato da Borsa Italiana S.p.A. e infine (vi) al mancato verificarsi di eventi che possano avere un impatto pregiudizievole rilevante (“Material Adverse Effect”) sulle attività della Società e delle sue controllate.

In relazione all’Accordo si segnala che Coopservice S.Coop.p.A. si è impegnata a far sì che la propria controllata Aurum S.p.A., che detiene il 58,618% del capitale sociale della Società, partecipi alla convocanda Assemblea Straordinaria dei Soci di Servizi Italia ed eserciti tutti i propri diritti di voto a favore delle proposte sottoposte alla medesima assemblea, e (ii) Steris UK Holding Limited ha assunto nei confronti di Servizi Italia un impegno a non trasferire le azioni Servizi Italia ad essa spettanti per effetto dell’operazione sopra descritta per una durata di 18 mesi dal perfezionamento della stessa. I predetti impegni parasociali saranno oggetto di pubblicità come previsto dalla vigente normativa.

Nell’ambito dell’operazione, Tamburi Investment Partner S.p.A. (“TIP”) ha operato quale advisor finanziario esclusivo per conto di Servizi Italia S.p.A.




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades