xm zero
FinanzaeDiritto sui social network
16 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Rivolta dei pensionati americani: pensionati contro il governo USA che rischia il default

28 Luglio 2011 - Autore: Redazione

I retireer americani, pensionati e veterani di guerra, non ci stanno ad accettare di buon grado il rischio di un default USA dopo il 2 agosto prossimo.

In seguito al discorso alla nazione di lunedì sera fatto da Obama, migliaia di pensionati e veterani hanno manifestato la loro rabbia verso le posizioni politiche irremovvibili dei repubblicani che potrebbero mandare a gambe all’aria gli Stati Uniti.

I retireer hanno intasato di telefonate, mail e lettere i senatori lamentando il fatto che se il Paese andrà in default i primi a pagarne le spese saranno loro non potendo più percepire le loro pensioni.

Intanto però la situazione sembra in parte migliorare. Secondo molte banche di investimento il Tesoro americano possiede una somma superiore a quella stimata grazie al buon andamento delle entrate fiscali. Secondo queste nuove stime il tempo per un’intesa con i repubblicani si allungherebbe fino al 10 agosto, giorno in cui comunque si dovrà trovare una soluzione per evitare il fallimento dell’economia americana.

 

Per tutti gli approfondimenti tematici su lavoro e pensioni

 

Per approfondimenti e per scaricare gratis le nostre guide e newsletter di settore: www.finanzaediritto.it/registration.php

 

La redazione

www.finanzaediritto.it 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting