cfsrating
FinanzaeDiritto sui social network
26 Settembre 2017  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




REGIME FISCALE DEI MINIMI: sostanziali modifiche in arrivo

6 Luglio 2011 - Autore: MIRELLA COLCELLI - Commercialista
<p style="text-align: justify;"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/>...

Contenuto non visibile


Per leggere l'intero articolo devi essere un utente registrato.
Clicca qui per registrarti gratis adesso. oppure compila il form qui sotto per loggarti

Login









            

Altri articoli scritti da MIRELLA COLCELLI - Commercialista

Ultimi commenti degli utenti

I 500.000 presunti contribuenti minimi che dal 1° gennaio 2012 usciranno dal regime e accederanno, alternativamente, a quello supersemplifcato o alla contabilità semplificata potranno trovare qualche consolazione sul fronte IVA. In particolare, scatta il diritto alla detrazione dell'IVA assolta sugli acquisti ma è anche possibile recuperare l'imposta assolta sui beni compresi quelli strumentali e servizi acquistati in vigenza del regime dei minimi allorquando l'IVA non fu detratta. Dal 1° gennaio 2012 fuoriescono dal regime coloro che hanno iniziato l'attività prima del 31 dicembre 2007 oppure, se l'hanno iniziata dopo, non rispettano i requisiti di accesso (articolo 27, comma 2, del D.L. n. 98 del 2011) o, infine, hanno superato i limiti dimensionali previsti dalla legge n. 244 del 2007 nel corso del 2011. In materia di IVA questi contribuenti dovranno emettere regolare fattura rispettando tutti i requisiti richiesti dall'articolo 21 del D.P.R. n. 633 del 1972, applicando l'imposta (con aliquota del 4, 10 o 21 per cento) abbandonando quindi la semplice ricevuta con marca da bollo. L'ex minimo che non entra nel regime supersemplificato dovrà poi istituire i registri IVA e provvedere all'annotazione delle fatture entro i termini di cui agli articoli 23, 24 e 25 del D.P.R. n. 633 del 1972, integrando le registrazioni con le operazioni rilevanti ai fini della determinazione del reddito. Se, invece, abbraccia il regime supersemplifcato potrà non tenere la contabilità, ma applicherà l'IVA nei modi ordinari versandola annualmente. La rettifica dell'IVA si rende obbligatoria ogni qualvolta intervengono mutamenti nel regime di detrazione, delle operazioni attive o dell'attività esercitata, fattispecie che si realizza per il contribuente minimo che perde il regime di inapplicabilità dell'imposta. (Fonte: Il Sole 24 Ore)

11 Novembre 2011 ore 10:30:42 - Luciano Chiari




cfsrating


Powered by Share Trading
Everlasting