bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
11 Dicembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Quell'anno a Cuba. Il secondo atteso romanzo di Marta Lock

2 Dicembre 2012 - Autore: Redazione


E' uscito il secondo attesissimo romanzo di Marta Lock, Quell'anno a Cuba, per la gioia di tutti coloro i quali, avendo apprezzato lo stile fresco e semplice, ma al tempo stesso avvincente e descrittivo dell'autrice nella prima opera Notte Tunisina, chiedevano a gran voce l'uscita del suo nuovo lavoro.

Quell'anno a Cuba è una celebrazione dell'isola caraibica e della sua gente, capaci di far innamorare la protagonista, Tracy, al punto da renderle insopportabile il pensiero di lasciarla. Tracy è una donna forte e determinata, ballerina da sempre che, grazie a un'occasione inaspettata si trova davanti alla possibilità di realizzare uno dei sogni della sua vita: lavorare come coreografa negli hotel.

Quando poi viene a sapere dell'ulteriore regalo del destino di poterlo fare proprio a Cuba, isola nella quale ha sempre desiderato andare per completare la sua formazione professionale studiando la salsa e tutti i balli tipici di quel posto meraviglioso, quasi non riesce a credere alla fortuna che le capita.

Per realizzare quel progetto deve però rinunciare all'amore, alla storia con un fidanzato geloso fino all'inverosimile che le avrebbe tarpato le ali, costituendo un ostacolo alla sua carriera; mette quindi su un piatto della bilancia una vita perennemente limitata dalle ossessioni paranoiche di Marc mentre sull'altro la possibilità di coronare il suo sogno più grande, molto più conforme alla propria natura libera e indipendente, perciò non ci pensa due volte e accetta la proposta della New Travels.

Arrivata a Cuba viene letteralmente investita dai colori del posto e dal calore della gente che la faranno sentire a casa e le allevieranno la fatica di sopportare l'antipatia del direttore dell'hotel, Joshua, e gli attacchi dell'inquietante Sharon, responsabile del personale. Il primo incontro con i ragazzi che dovrà far diventare ballerini all'altezza delle aspettative della società non è dei più idilliaci, più di una volta si scontrerà con il loro orgoglio e la testardaggine di alcuni di loro, ma grazie alla sua determinazione, correttezza e capacità di unirsi al gruppo diventando una di loro, pur rimanendo di fatto la loro coordinatrice, riuscirà a ottenere grandi risultati professionali e a intrecciare, con alcuni di loro, dei magnifici e intensi legami d'amicizia.

Cuba è anche il luogo in cui conoscerà l'amore vero, che le farà perdere la testa e il controllo rivelandole un lato impulsivo e irruente del proprio carattere che non sapeva neanche di avere, e che la farà immergere anima e corpo nella tormentata relazione con Agostino.

Indimenticabile il viaggio che faranno insieme da Varadero fino a Santiago visitando città e luoghi meravigliosi che resteranno indelebili nella memoria di entrambi. Ma ancora una volta, davanti alla possibilità di realizzare il progetto di costituire una compagnia di danza che darà l'opportunità ai suoi ballerini di uscire dal paese e vedere il mondo senza dover scendere a compromessi, davanti alla scelta tra l'amore e la carriera, sceglie di nuovo la carriera, provocando la sofferenza di Agostino e, in fondo, anche la propria.

Inseguimenti, sensi di colpa, nostalgie ma anche grandi soddisfazioni accompagneranno Tracy nella realizzazione del suo progetto, che coinciderà con una maggiore conoscenza di sé e a una nuova consapevolezza che lentamente condurrà all'inaspettato finale.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento








cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting