fxdemo
FinanzaeDiritto sui social network
24 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




PRESUNTE TANGENTI IN LIBIA: ENI SOTTO INDAGINE DELLA SEC

11 Aprile 2012 - Autore: Redazione


Indiscrezioni rivelano che la Security Stock Exchange (SEC), organo di vigilanza della Borsa statunitense, avrebbe dato il via alle indagini sulle possibili tangenti che i gruppi petroliferi avrebbero pagato al regime del rais Gheddafi, crollato dopo la guerra guidata dagli USA.

E nell’occhio del ciclone, stando a Wall Street Journal, ci sarebbero tutte le attività svolte nell’arco di tempo fra il 2008 ed il 2011 di Eni, Total e Marathon Oil. Qualora fossero identificate attività qualificate illegali, potrebbero scattare pesanti sanzioni per le società in questione e per il Cane a sei zampe arriverebbero proprio nel momento di rilancio dell’attività estrattiva, dopo la lunga battuta d’arresto degli scontri armati.

“Siamo sempre stati dei libri aperti, ragione per cui non abbiamo problemi a collaborare con le autorità. Attendiamo gli sviluppi e preferiamo non commentare” queste le parole di Giuseppe Recchi, Presidente Eni, rivolte alla platea di giornalisti a margine dell’assemblea Anfia.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades