corporatecounsel
FinanzaeDiritto sui social network
24 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




NOEMALIFE: IL CDA APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

1 Settembre 2014 - Autore: Redazione


Il Consiglio di Amministrazione di NoemaLife ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2014.

I principali indicatori di performance economica del Gruppo NoemaLife registrati nel primo semestre 2014 sono in miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2013 a testimonianza della bontà degli interventi di riorganizzazione e rivisitazione del modello di business effettuati dal Management di NoemaLife a partire da ottobre dello scorso anno.

In particolare, i Ricavi consolidati del primo semestre 2014 si assestano a 30,2 milioni di Euro (30,1 milioni di Euro nel primo semestre dell’esercizio precedente).

L’EBITDA consolidato è pari a 2 milioni di Euro in crescita rispetto ai 0,7 milioni di Euro dei primi sei mesi del 2013. L’EBIT consolidato, seppur negativo per 2,6 milioni di Euro, è in deciso miglioramento rispetto al primo semestre 2013 (era stato negativo per 3,7 milioni di Euro).

Un buon andamento viene inoltre registrato sul fronte del Portafoglio Ordini del Gruppo, che si attesta a 78,9 milioni di Euro al 30 giugno 2014, con una crescita, a pari perimetro, di circa il 7% rispetto al 30 giugno 2013.

Si ricorda che i risultati del Gruppo nel primo semestre risentono del fenomeno della stagionalità tipica del settore; pertanto, non sono rappresentativi dei risultati che il Gruppo prevede di conseguire nell’esercizio in chiusura al 31 dicembre 2014.
I Ricavi consolidati del primo semestre 2014 sono in linea con il primo semestre dell’esercizio precedente e si assestano a 30,2 milioni di Euro (il primo semestre 2013 si era chiuso con Ricavi consolidati pari a 30,1 milioni di Euro).

Sul fronte italiano, nel semestre si registra una buona performance dei ricavi, che registrano una crescita del 9%, a conferma della bontà delle scelte operate in termini di revisione del modello di business e dell’organizzazione di NoemaLife S.p.A.

Sul fronte estero, pur registrandosi una flessione dei ricavi (-10%), dovuta da un lato al rinvio della chiusura di importanti contratti che si realizzerà nel secondo semestre e dall’altro al fatto che il primo semestre 2013 aveva beneficiato di un’eccezionale performance, si evidenzia il proseguimento dell’espansione geografica, con l’ingresso del Gruppo in Marocco e in Arabia Saudita e l’apertura di una filiale in Messico, dove il Gruppo opera già da tempo attraverso partnership commerciali con realtà internazionali di prestigio.

Il Portafoglio Ordini del Gruppo registra un buon andamento e si attesta a 78,9 milioni di Euro al 30 giugno 2014, con una crescita, a pari perimetro, di circa il 7% rispetto al 30 giugno 2013.

Con un EBITDA di 2 milioni di Euro, l’andamento della marginalità è in netto miglioramento rispetto ai primi sei mesi dell’esercizio 2013 (nel primo semestre 2013 l’EBITDA era stato pari a 0,7 milioni di Euro). Tale andamento rispetto al primo semestre dell’esercizio precedente è legato all’ottimo andamento dei Ricavi di licenza nel periodo, che hanno registrato una crescita del 16% e al buon recupero di redditività rispetto al primo semestre 2013 delle attività professionali, legato all’operazione di restructuring deliberata lo scorso anno e finalizzata nel corso del primo trimestre 2014 e agli interventi di razionalizzazione e ottimizzazione sui processi aziendali chiave, in particolare nelle attività di delivery ed help desk.

Tale performance risulta particolarmente positiva se si tiene conto che storicamente l’andamento dei ricavi e della marginalità nel primo semestre risentono fortemente del fenomeno della stagionalità tipica del mercato in cui opera il Gruppo NoemaLife dove si ha un’accelerazione dei ricavi, in particolare di quelli legati alla vendita di licenze d’uso, nell’ultimo trimestre dell’esercizio. Il fenomeno della stagionalità è principalmente legato alla peculiarità del processo di acquisto seguito dalle istituzioni sanitarie pubbliche italiane, che costituiscono per il Gruppo NoemaLife la maggioranza dei clienti. Le istituzioni pubbliche italiane si trovano, infatti, spesso a dover utilizzare entro l’anno solare i fondi stanziati a inizio anno per l’acquisto di beni e servizi, ed essendo il processo di acquisto particolarmente lungo e complesso, questo ha il suo compimento alla fine dell’anno.

Conseguentemente a quanto sopra riportato, si sottolinea che il risultato conseguito al 30 giugno 2014 non è rappresentativo del risultato che il Gruppo prevede di conseguire nell’esercizio in chiusura al 31 dicembre 2014.

L’EBIT di Gruppo, negativo per 2,6 milioni di Euro, è in netto miglioramento rispetto al primo semestre 2013 (negativo per 3,7 milioni di Euro), influenzato comunque dall’importante livello degli investimenti per lo sviluppo dei prodotti effettuati dal Gruppo, e dal conseguente importo degli ammortamenti pari a 4 milioni di Euro.

Gli investimenti per lo sviluppo dei nuovi prodotti sostenuti dal Gruppo nel corso del primo semestre del 2014 ammontano a circa 3 milioni di Euro, pari al 10% dei ricavi operativi ed in calo rispetto al primo semestre 2013 (-9%).

Il Risultato ante imposte migliora posizionandosi a meno 3,6 milioni di Euro, rispetto al Risultato del periodo dei primi sei mesi del 2013 che era stato negativo per circa 5 milioni di Euro ed è influenzato, oltre che dai fenomeni precedentemente riportati, dall’importante livello degli oneri finanziari che, seppur in calo significativo dovuto all’aumento dei proventi finanziari – essenzialmente riferiti agli interessi di mora addebitati ad alcuni clienti – ed alla riduzione egli interessi passivi connessi al finanziamento soci estinto nel corso del secondo semestre 2013, nel primo semestre del 2014 sono pari al 3% dei ricavi operativi e ammontano a 1 milione di Euro (erano pari a 1,3 milioni di Euro nel primo semestre 2013), per effetto principalmente del perdurare di alti livelli di spread applicati dalle banche e della necessità di ricorrere a politiche di smobilizzo dei crediti commerciali, tramite linee bancarie di anticipo fatture e factoring, nonché a linee finanziarie di medio lungo termine per il fabbisogno derivante dagli investimenti programmati dal Gruppo.

La Posizione Finanziaria Netta consolidata al 30 giugno 2014 è negativa per 21,1 milioni di Euro (al 31 dicembre 2013 era negativa per 18,1 milioni di Euro). L’andamento nel periodo è stato influenzato principalmente dal pagamento degli incentivi all’esodo avvenuti nel periodo, nonché dai relativi pagamenti del T.F.R., con un effetto pari a 1,6 milioni di Euro e dagli investimenti per lo sviluppo di nuovi prodotti effettuati dal Gruppo nel periodo, pari a 3 milioni di Euro.

In generale, l’andamento del Capitale Circolante Netto, pari a Euro 9 milioni e sostanzialmente in linea con il 31 dicembre 2013, e della posizione finanziaria netta, tenuto conto della dinamica tipica del settore, caratterizzato da tempi di incasso ben superiori ai tempi medi dei pagamenti, è stato influenzato dal ricorso a forme di factoring pro soluto. Il Gruppo ha confermato il proprio orientamento strategico all’utilizzo parziale di queste forme di cessione dei crediti in modo da ridurre il Capitale Circolante Netto e l’indebitamento finanziario. Nel corso dei primi sei mesi del 2014 il Gruppo ha dato luogo a cessioni pro-soluto per un importo circa pari a 19,5 milioni di Euro. Nel primo semestre 2013 le operazioni di factoring pro soluto effettuate dal Gruppo ammontavano ad un valore di circa 21,7 milioni di Euro.

PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELL’ATTIVITÀ ED EVENTI SIGNIFICATIVI AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DEL SEMESTRE

Il management di NoemaLife conferma le proprie aspettative positive sull’anno 2014 ritenendo di potere confermare il proprio obiettivo di ritorno alla crescita e superare con successo le nuove sfide in Italia e all’estero, grazie a due straordinari punti di forza:
1.    il talento dei professionisti che lavorano nel Gruppo;
2.    i numerosi grandi clienti che apprezzano e vogliono le soluzioni di NoemaLife.

La nuova politica commerciale intrapresa dal Gruppo ha l’obiettivo di consolidare il mercato italiano e di crescere all’estero dove, si prevede di raggiungere un’incidenza pari a oltre il 50% nell’arco dei prossimi due anni.

In questo senso, in Italia è ancora in corso l’operazione di ottimizzazione dei principali processi aziendali (le aree aziendali interessate sono le Vendite, Delivery, R&D e Customer Service) i cui benefici continueranno a manifestarsi nel corso dell’intero esercizio.
In campo internazionale, si segnala la recente entrata in Libano con la firma nel mese di agosto del primo contratto a Beirut con il centro ospedaliero Hôtel-Dieu de France, per la fornitura dell’intero Sistema Informativo Ospedaliero.

Dal punto di vista della gestione del Capitale circolante netto, si evidenzia in particolare:
•    il recepimento della direttiva 2011/7/UE sui ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali dispone l’obbligo di pagare entro 60 giorni dal ricevimento della fattura, pena per le amministrazioni pubbliche una mora automatica dell’8% oltre al tasso di riferimento BCE;
•    è stato convertito in legge il D.L. 24 aprile 2014, n. 66, recante misure anche sui crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con l’obiettivo di un'accelerazione al tema dello sblocco dei pagamenti della Pubblica Amministrazione e il MEF con il D.M. del 15 luglio 2014, n. 59700 ha destinato ulteriori 800 milioni di euro per i pagamenti dei debiti sanitari al 31.12.2013.

Per il primo semestre 2014, si evidenzia il perdurare delle difficoltà del sistema dei pagamenti della Pubblica Amministrazione italiana. Gli effetti positivi conseguenti all’introduzione di tali norme sono infatti per ora però solo parzialmente visibili ma tali interventi governativi fanno ben sperare in una loro piena concretizzazione per il Gruppo nel breve-medio periodo; nel frattempo, il Gruppo prosegue nella continua attività di gestione degli aspetti finanziari nell’ottica di ottimizzazione degli stessi.
Si rende noto che i dati contenuti nel bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014 sono stati oggetto di revisione contabile limitata da parte della Società di Revisione, la quale ha emesso in data odierna la propria relazione senza evidenziare alcun rilievo.

La Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2014, nonché la Relazione della Società di Revisione sul bilancio consolidato semestrale abbreviato vengono resi disponibili presso la sede sociale, Borsa Italiana S.p.A., Consob, il meccanismo di stoccaggio “1Info” nonché sul sito internet della Società:noemalife.com.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Andrea Grandi dichiara ai sensi del comma 2 art. 154 bis del Testo Unico della Finanza che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.




 

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades