bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
11 Dicembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Miami Diares, il nuovo romanzo di Marta Lock

25 Marzo 2014 - Autore: Redazione


Milano – Il 15 Aprile 2014 dalle h.18,30 presso la sala Turismo della Confcommercio in C.so Venezia 47, la scrittrice Marta Lock presenterà il suo quarto romanzo dal titolo Miami Diares, edito da Arduino Sacco Editore con il patrocinio di Assomoda.

Violet e Hanna, cresciute insieme e amiche per la pelle, rampolle di due famiglie di costruttori di Miami Beach, viziate e coccolate e abituate a ottenere ogni cosa con uno schiocco di dita, si trovano improvvisamente a doversi rimboccare le maniche e scontrarsi con la dura realtà quando i due capifamiglia, soci in affari, vengono arrestati per evasione fiscale e i loro beni confiscati. Le mamme, casalinghe annoiate e assolutamente inconsapevoli del significato del verbo lavorare, completamente destabilizzate e distrutte dalla loro nuova condizione economica di nullatenenti, non riescono a fare altro che lasciare la soluzione del problema in mano alle due ragazze che, ancora in possesso dei fondi fiduciari intestati a loro e non toccati dal fisco, decidono di aprire un’agenzia immobiliare che servirà a risollevare le sorti di famiglia.

In società con loro entrerà anche Sam, loro grande amico e moderno e chic omosessuale, apprezzato architetto d’interni nonché confidente e sostegno di entrambe, grazie al supporto del quale decidono di creare dei pacchetti d’acquisto chiavi in mano.

Le vicende dei tre protagonisti sono legate indissolubilmente quanto diverse sono le loro personalità, la capacità di reagire e di amare: Sam forte ma anche estremamente sensibile, fortemente legato al ricordo di Andrew, un amore incredibilmente passionale finito a causa sua e che ha provocato per anni il suo rifiuto a rimettere di nuovo in gioco i propri sentimenti; Hanna sicura di sé, forte e determinata, da sempre amante sfuggente di uomini bellissimi che usa come oggetti e poi butta via nel momento in cui si stufa di loro; e infine Violet, più sensibile e romantica, perennemente in attesa del principe azzurro che non riesce a trovare perché nessuno degli uomini conosciuti ha mai retto il confronto con l’adorato padre.

Ma lo sconvolgimento di vita provocato dal crac dei genitori delle ragazze induce lentamente i tre amici a rivedere l’ordine di importanza delle cose e assumere atteggiamenti diversi nei confronti di ciò che succede loro nella nuova esistenza tutta da costruire.

Ecco perciò che Sam si ritrova ad accettare un amore tiepido con Patrick che però lo rassicura e lo rasserena e che lascerà a causa del ritorno di fiamma con Andrew per poi pentirsene, Hanna si innamora perdutamente di Victor, brutto e totalmente fuori dai parametri che avevano caratterizzato i flirt precedenti, amore contro il quale combatte con tutta se stessa sfuggendo, maltrattandolo e allontanandolo ma con il quale si sprigiona una chimica incredibile che non le permette di chiudere definitivamente con l’unico che riesce a capirla con un solo sguardo dandole l’impressione di guardarsi allo specchi sentendosi a casa e poi Violet che, sorprendentemente, inizia una relazione clandestina con Nick, un uomo sposato del quale vede solo i pregi e le similitudini con suo padre rifiutando di guardare anche i numerosi difetti e le note stonate fino al viaggio di lavoro che farà con lui in Kenya, periodo durante il quale aprirà completamente gli occhi innamorati.

Il processo di maturazione e di crescita che affronteranno durante il corso degli eventi e il confronto tra le diverse esperienze che vivono, fatto di dialoghi, di litigi e di accuse reciproche, li porterà a compiere un cammino alla ricerca di se stessi che diviene via via più intenso e profondo rivelando loro l’importanza di cose che mai prima si erano preoccupati di valutare.

Ogni capito ha il titolo e viene aperto e chiuso da brani della rubrica L’Attimo Fuggente, come anche questi all’interno dei capitoli stessi, usati come una riflessiva e illuminante voce fuori campo.

______________________________________

Marta Lock è nata a Terni il 30 dicembre 1970. Dopo anni di lavoro impiegatizio decide di lasciare la sua città per andare a fare animazione nei villaggi turistici e vive per due anni all’estero. Terminata quell’esperienza si trasferisce a Milano dove attualmente vive e lavora. Ha una sua rubrica personale, L’Attimo Fuggente, sul sito www.martalock.net sul quale scrive anche i suoi aforismi quotidiani che ha chiamato Pensieri della sera. Una selezione di dieci aforismi e uno degli articoli dell’Attimo Fuggente sono arrivati in finale alla settima edizione 2013  nell’ottava 2014 del Concorso nazionale di filosofia di Anpf Confilosofare.

Notte Tunisina, il romanzo d’esordio, è uscito nel mese di maggio 2011, e si è classificato 4° nella X edizione anno 2012 del Premio nazionale di letteratura Città di Mesagne mentre Quell’anno a Cuba, il suo secondo lavoro, pubblicato nel luglio 2012 si è classificato 5° nella stessa edizione del concorso. Ritrovarsi a Parigi, la sua terza opera, si è classificato 4° alla 26ma edizione anno 2013 del Premio nazionale di letteratura Prof. Francesco Florio e ha ricevuto il premio della critica della prima edizione 2014 del Premio nazionale di letteratura Le parole dell’anima, città di Casoria (NA).




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento








cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting