FinanzaeDiritto sui social network
25 Marzo 2017  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  area utenti  |  registrati

            




La pressione fiscale è destinata a salire secondo Bankitalia - 13 ottobre 2011

13 Ottobre 2011 - Autore: Redazione


<p>&nbsp;La pressione fiscale ''e' destinata a crescere ulteriormente nei prossimi tre anni''. Lo ha detto Daniele Franco capo della Ricerca Economica della Banca&nbsp;d'Italia nel suo intervento al Senato dove la Commissione Finanze sta conducendo una indagine sulla Riforma fiscale.</p> <p>Fonte: asca</p>

Contenuto non visibile


Per leggere l'intero articolo devi essere un utente registrato.
Clicca qui per registrarti gratis adesso. oppure compila il form qui sotto per loggarti

Login









            

Ultimi commenti degli utenti

COME VOLEVASI DIMOSTRARE: La Banca d'Italia, ieri, ha esortato l'Esecutivo a modificare le misure per rilanciare la crescita del Paese. La pressione fiscale è troppo alta, frena la crescita - dicono i tecnici dell'Istituto di via Nazionale - vanno ripensate e rimodulate le aliquote e i tributi che gravano sui lavoratori. Forse sarebbe il caso di reintrodurre l'Ici sulla prima casa. È una misura del tutto anomala nel contesto internazionale che determina una sperequazione a danno di chi vive in affitto. La pressione fiscale, già elevata, è destinata a salire nei prossimi tre anni per effetto delle misure approvate nelle manovre estive. Il problema principale è rappresentato da un sistema fiscale sbilanciato incentrato sull'Irpef e gravante su imprese e lavoro. W L?ITALIA !!!!!

14 Ottobre 2011 ore 11:01:32 - Luciano Chiari







Powered by Share Trading
Everlasting