ActivTraderApp
FinanzaeDiritto sui social network
20 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




LA PIATTAFORMA CREDITICERTIFICATI.IT ESTENDE IL SUO SERVIZIO AI PROFESSIONISTI E STRINGE UN ACCORDO CON CONFAPI

25 Febbraio 2015 - Autore: Redazione


Crediticertificati.it, iniziativa del gruppo Officine attivo nella gestione e intermediazione dei crediti verso la Pubblica Amministrazione, ha raggiunto la piena operatività dal lancio del servizio avvenuto lo scorso luglio. Ad oggi, Crediticertificati.it consente ai suoi clienti la cessione del credito certificato in sole tre settimane a fronte di un tempo medio di incasso dei crediti che è solito superare i 12 mesi, come rilevato dall’ “Indagine in materia di credito 2015” realizzata da Confapi su un campione di circa 2400 aziende associate. Il 28,69% delle imprese intervistate da Confapi dichiara che il tempo medio di incasso dei crediti va oltre i 12 mesi, mentre le imprese che dichiarano tempi medi che si attestano tra i 6 e i 12 mesi rappresentano il 48,36%. Nei primi otto mesi di operatività, Crediticertificati.it ha riscontrato un notevole interesse da parte di PMI e grandi imprese e da gennaio di quest’anno ha esteso anche ai professionisti la possibilità di smobilizzare pro soluto i crediti vantati verso la Pubblica Amministrazione.

Crediticertificati.it offre a PMI e professionisti la possibilità di cedere pro soluto con estrema facilità i crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione. Attraverso la piattaforma si possono effettuare operazioni di cessione sia di crediti assistiti da garanzia dello Stato, ceduti a sconti ridotti in accordo con il Decreto Legge 66, che di crediti non assisti da garanzia statale, i quali grazie ad un meccanismo di asta competitiva vengono ceduti ad uno sconto tra il 1,9% e il 6% a seconda della tipologia di debitore ceduto. Lo sconto finanziario applicato per la cessione viene tradotto in bilancio come una perdita su crediti ed è pertanto fiscalmente deducibile.
Oltre allo smobilizzo, Crediticertificati.it offre alle imprese il servizio di certificazione dei crediti. In caso di certificazione già esistente, Crediticertificati.it offre l’analisi gratuita degli atti di certificazione che, qualora idonei per la cessione, vengono proposti ad istituti di credito specializzati nell’acquisto pro soluto dei crediti certificati. Il costante lavoro di monitoraggio e analisi del mercato, svolto anche insieme a Confapi che ha recentemente sottoscritto un accordo di convezione con il gruppo Officine, ha permesso a Crediticertificati.it di perfezionare il suo funzionamento, rispondendo in tempo reale alla richiesta di liquidità delle imprese.

La piattaforma vuole fornire una soluzione concreta alle criticità che permangono nel processo di cessione dei crediti pro soluto agli istituti finanziari, nonostante sia in costante riduzione lo smaltimento dei debiti scaduti delle Pubbliche Amministrazioni1. La ricerca condotta da Confapi rileva infatti che solo il 20% del campione monetizza i crediti verso la Pubblica Amministrazione attraverso la cessione del credito, principalmente pro soluto (83,3%) e oltre il 60% non ha fatto nemmeno richiesta di certificazione dei propri crediti.

Dalle rilevazioni di Confapi si evince infatti come molte imprese, non avendo a disposizione uno strumento efficace per lo smobilizzo dei crediti, preferiscono rinunciare alla certificazione al fine di mantenere il diritto ad azionare il credito. Per risolvere questa criticità, Crediticertificati.it offre l’opportunità al cedente di verificare se l’ente debitore rientra tra le pubbliche amministrazioni che gli istituti finanziari sono disponibili ad acquistare pro soluto.

Nonostante le notevoli facilitazioni previste dalla normativa DL66 in tema di cessione, l’operazione di cessione pro-soluto è ancora di per sé abbastanza complessa e normalmente non è tra i prodotti bancari ordinari disponibili in filiale. In questo contesto, Crediticertificati.it è in grado di indirizzare le richieste delle imprese ad istituzioni finanziarie specializzate unici operatori sul mercato che dispongono delle competenze specialistiche per monetizzare i crediti certificati.

Ad oggi sono centinaia le PMI che si sono rivolte a Crediticertificati.it. Gianpiero Oddone,
Amministratore Delegato di Officine CST S.p.A, ha commentato: “Grazie ai provvedimenti legislativi dello scorso anno, sono stati fatti sicuramente molti progressi nel ridurre il monte dei debiti della Pubblica Amministrazione e in questi mesi abbiamo osservato come l’attività di certificazione ricopra un ruolo chiave per le imprese. Ed è proprio per il processo di certificazione che le aziende necessitano più che mai del supporto di operatori specializzati, quali Crediticertificati.it. Il processo amministrativo di certificazione è infatti ancora complesso e per nulla immediato, non a caso ad oggi risultano ancora
numerosi gli atti di certificazione emessi in maniera non conforme alla normativa.

Così come sono molte le imprese che riscontrano una notevole difficoltà nel riscuotere il credito, se pur correttamente certificato. Crediticertificati.it è senz’altro lo strumento ideale attraverso il quale le imprese e i professionisti possano certificare e monetizzare pro soluto i crediti vantati nei confronti della pubblica amministrazione in tempi certi e sempre più rapidi, e far fronte così alle proprie esigenze di liquidità”.

“La riduzione graduale dei tempi di pagamento da parte della Pubblica Amministrazione è fondamentale per un rilancio dell’intero sistema manifatturiero - ha commentato Massimo Maria Amorosini, Direttore Generale di CONFAPI - Al fine di rendere facilmente fruibili alle PMI i cambiamenti normativi introdotti dal Governo in quest’ottica, la CONFAPI ha ritenuto strategico sottoscrivere una convenzione con Officine CST, società che è in grado di fornire un servizio completo di gestione del credito, che va dalla certificazione fino allo smobilizzo. L’accordo di convezione con Officine CST è volto anche a favorire un maggior ricorso alla professionalità di società di recupero crediti da parte delle imprese le quali, come si evince da un’indagine condotta dalla Confederazione su questo tema, tendono ancora a prediligere l’utilizzo di risorse interne per il recupero del decreto”.




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades