edu
FinanzaeDiritto sui social network
24 Gennaio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




L'importanza delle correlazioni tra cambi valutari, borse e commodities nell'ultimo decennio - Giancarlo Dall'Aglio - www.giancarlodallaglio.it

12 Dicembre 2011 - Autore: Redazione


Nell’era dell’evoluzione tecnologica delle piattaforme di contrattazione sui mercati finanziari, osserviamo una sempre più ampia globalizzazione dei mercati stessi e una correlazione sempre più efficiente tra essi. Oggi l’operatore professionale che tratta indici azionari, non può fare a meno di controllare lo sviluppo quotidiano del movimento delle valute e questo vale anche per si occupa di mercati obbligazionari o di commodities. Tutti i mercati sono interconnessi. 
 
Il mercato Forex è il più efficiente e liquido del globo, miliardi di dollari vengono scambiati ogni giorno contro le altre principali valute,  ma posto che esiste una relazione tra i movimenti dei cambi valutari e gli altri asset, questa è sempre uguale o muta ?
Dall’osservazione dei grafici storici,  ci accorgiamo che in realtà in ogni periodo le correlazioni  funzionano in base ad un preciso focus di mercato e questo è un punto di partenza importate per cercare di stare dalla parte giusta nel trading e per cercare di capire le motivazioni che spingono i traders ad assumere movimenti direzionali, in qualche caso anche prolungati. Come si è detto prima inoltre, gli scambi valutari assumono sempre maggiore valenza, basti pensare che il volume dei contratti futures scambiati al “globex” di Chicago è più che triplicato negli ultimi 6 anni.  
 



            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento










cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades