bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
19 Marzo 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Italia, il Pmi di gennaio conferma la recessione

1 Febbraio 2019 - Autore: Redazione


Il dato del Pmi italiano si è attestato ai minimi da giugno 2013 a 47,8. Il dato è uscito inferiore alle stime, che erano pari a 48,8 e al precedente che era di 49,2. Per quanto riguarda i Pmi, 50 è una soglia spartiacque fra un’espansione e una contrazione dell’economia. Il nostro paese ha evidenziato una rilevazione inferiore a questa soglia per la quarta volta di fila.

Serie Storica

Il dato si è attestato all’interno di un trend discendente, facendo crollare l’indice dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero ai livelli più bassi degli ultimi 5 anni e mezzo.  Il valore massimo negli ultimi 5 anni è stato rilevato a febbraio 2018 quando era di 59,0.

Dettaglio

Il peggioramento delle condizioni operative del settore manifatturiero è dovuto alla riduzione dei nuovi ordini e al conseguente declino della produzione. Concause del peggioramento dell’economia italiana sono calo del livello di occupazione e diminuzione della domanda estera.

 

Reazione del Mercato

L’indice italiano non ha reagito immediatamente all’uscita del dato, in attesa del Pmi tedesco. Un dato inferiore alle stime a 49,7 per la Germania ha invertito l’andamento dell’indice italiano che è passato da 19.840 a 19.750.  Più in generale i mercati stanno scontando un miglioramento delle condizioni dovuti ad una politica monetaria più accomodante da parte della Fed.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento









cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades