bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
16 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Intervista esclusiva ad Angelo Cilli, Presidente Gruppo CS

25 Maggio 2011 - Autore: Redazione


Il Dott. Angelo Cilli è Dir. Generale del Gruppo Comunicazione & Sviluppo.

Il Gruppo CS si occupa di Formazione, Consulenza di Direzione ed Empowerment dal 1984 ed ha fornito i suoi servizi ad oltre mille aziende, private e pubbliche.
 
A. Cilli è Amministratore della C.S. Formazione S.r.l. e della Personal Empowerment System„µ S.r.l.

Dal 1970 ha lavorato per 14 anni in diverse organizzazioni aziendali di grandi, medie e piccole dimensioni e, successivamente, dal 1984, è entrato nel mondo della Formazione e Consulenza.
 
Ha studiato psicologia, specializzandosi successivamente in psicologia delle organizzazioni; filosofo e scrittore, ha maturato una competenza multidisciplinare e ha formato, durante gli ultimi vent’anni, diverse migliaia di persone.

È specializzato in Consulenza di Direzione, Formazione, Coaching e Philosophical Counseling.

È socio fondatore dell’Associazione ASSOCONSULT (Associazione delle Società di Consulenza Direzionale e Organizzativa)
È aderente all’Associazione APCO (Associazione Professionale dei Consulenti di Direzione ed Organizzazione Aziendale)
È associato AIDP (Associazione Italiana Direttori del Personale)
E’ Professional Member dell’IEA (International Enneagram Association)
Col suo Gruppo aderisce alla CONFINDUSTRIA.

E’ autore e co-autore di tre libri: 
- L’Imprenditore della piccola e media Impresa sopravviverà? Sì, se si concentra sul software del sistema impresa: persone, relazioni e mission aziendale – edito da Franco Angeli – Milano 2002
- Che Leader sei? Come utilizzare l’Enneagramma per accrescere la leadership e conquistare il successo – edito da Guerini e Associati – Milano 2011
- Individuo, società e sette: quale risposta all’uomo integrale? (in corso di pubblicazione)
 
 
 
Il Gruppo CS, è un pool di Professionisti che operano nel settore della Consulenza, Formazione ed Empowerment. Qual è la storia e la mission del Gruppo?
 
La mission del ns. Gruppo è: Migliorare l’efficienza delle organizzazioni aziendali, l’efficacia delle persone e agevolare l’autorealizzazione di Imprenditori, Dirigenti e Professionisti.
La ns. organizzazione affonda le sue radici nel lontano 1984, quando un gruppo di Formatori e Consulenti, free-lance, si incontrano per giocare insieme.
Prima demmo vita ad un’Associazione Culturale (1984), poi ci costituimmo come Società di Formazione (1987), successivamente sviluppammo il settore della Consulenza e infine l’area dell’Empowerment.
La ns. avventura piena di sfide dura da più di 27 anni.
 
 
Quali sono i settori di riferimento e che tipologia di servizi offrite?
 
In questo lungo periodo abbiamo fornito i ns. servizi ad oltre 1.500 organizzazioni, private e pubbliche, formato 70-80.000 persone, ma è difficile identificare un particolare settore di riferimento.
In particolare abbiamo lavorato con le piccole, medie Imprese italiane, ma non sono pochi i Liberi Professionisti che si sono avvalsi delle ns. competenze.
Abbiamo lavorato anche con le Pubbliche Amministrazioni (Comuni, Ospedali, ASL, etc.) e con Enti senza fini di lucro.
Elencare, oggi, tutti i servizi che possiamo offrire è impossibile, mentre è più facile accorparli in tre macro-aree: Formazione, Consulenza di Direzione ed Empowerment.
 
 
Quali sono le aziende che si rivolgono a voi e quali sono i relativi vantaggi?
 
Ho già risposto al tipo di aziende che chiedono i ns. servizi, mentre elencare tutti i vantaggi è un’impresa ardua.
In senso generale, possiamo affermare che i Dirigenti, gli Imprenditori e i Professionisti, ns. utenti, migliorano la loro cultura organizzativa, comprendono la complessità dei Team e di quanto siano necessari all’evoluzione delle loro organizzazioni, penetrano con maggiore sensibilità la delicata questione della diversità caratteriale in azienda.
Ci riconoscono di migliorare considerevolmente la loro capacità di leadership e di migliorare la loro qualità di vita personale ed aziendale.
Tutti i ns. utenti diventano dei Leader più consapevoli.
 
 
Quali sono le aree di eccellenza della vostra offerta?
 
In assoluto, senza retorica, siamo leader in Italia nella diversità caratteriale e come questa si declini nel contesto organizzativo, privato e pubblico.
Le aree di eccellenza sono tre:
1. la Leadership Emozionale
2. lo sviluppo dell’Intelligenza Emotiva e
3. l’Empowerment Personale
 
 
 
 
Quale aiuto potete dare al cambio generazionale delle piccole, medie Imprese italiane?
 
L’aiuto che possiamo fornire al cambio generazionale è concreto e non teoretico.
Avendo servito migliaia di aziende, abbiamo toccato con mano il problema scottante del cambio generazionale.
Com’è noto, solo 1/3 delle aziende supera il primo passaggio generazionale e la percentuale si riduce al secondo passaggio: perché?
Sono molteplici i fattori critici: civilistici, legali, fiscali, economici, organizzativi e soprattutto di ordine psicologico; e quando lavoriamo al problema, creiamo un Team con differenti figure professionali: Consulenti di Direzione, Formatori, Coacher, Terapeuti oppure Counselor.
A ns. avviso, il cambio generazionale è riconducibile alla dialettica primaria: conservazione versus creazione.
In questi decenni abbiamo visto all’opera migliaia di fattori critici relativi alle organizzazioni e abbiamo individuato un tipico sviluppo ontogenetico delle aziende di eccellenza.
E’ come se l’eccellenza aziendale attraversasse quattro fasi: la prima comporta una sana cultura organizzativa condivisa, la seconda comporta che i collaboratori sappiano lavorare in Team superando le loro diversità caratteriali, la terza implica che i responsabili siano degli ottimi Leader emozionali e, per finire, la quarta fase si attesta quando i Leader si impegnano in un effettivo miglioramento personale.
Formare i giovani successori, rendendoli consapevoli dei fattori chiave delle aziende di successo, è l’aiuto principale che possiamo fornire al sistema Italia, relativamente al cambio generazionale.
E’ una cultura aziendale eminentemente organizzativa, economica, psicologica, sociologica, ma soprattutto pragmatica.
La sfida del cambio generazionale si supera quando le due polarità, vecchio e giovane, si fondono in una nuova sintesi: il Novum.
Il Novum non è prerogativa né del vecchio né del giovane, ma è il prodotto del loro incontro generativo.
Il giovane successore ha bisogno di saper, saper fare e saper essere Imprenditore, ma non secondo le categorie autoritarie, paternalistiche o protettive del vecchio.
Il Novum è il prodotto generativo di due volontà, di due intenzionalità; il Novum, al pari del feto, deve essere partorito e ha bisogno dell’Ostetrica.
Chiunque aiuti un’azienda, nel cambio generazionale, deve essere una buona Ostetrica.
 
 



            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Cilli, Angelo iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

ex scientology, molto fumo e niente arrosto

12 Giugno 2011 ore 18:44:18 - pane al pane vino al vino

sono corsi molto interessanti

29 Luglio 2011 ore 13:15:12 - Luca Bordi

Lavoro presso un azienda milanese e grazie a lei e ai suoi investimenti sui dipendenti ho avuto la fortuna di poter partecipare a due corsi presentati da un ottimo direi Gabriele Cagiottini il quale ci ha donato con mia insistenza e apprezzamento il libro "L'imprenditore della piccola e media impresa sopravviverà?" penso sia un libro semplice e geniale scritto da una persona che non conosco ma stimo a priori vorrei tanto avere l'opportunità di parlare con l'autore il Dott.Angelo Cilli grazie

3 Gennaio 2013 ore 04:54:27 - Stefano Divona







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting