cloud.infinox 2018
FinanzaeDiritto sui social network
19 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Intervista a Sergio Zeme, Vice Presidente Vicario di ALDAI

5 Marzo 2009 - Autore: Redazione


Lei è Vice Presidente Vicario di un’associazione che conta oltre 20 mila dirigenti d’industria iscritti; quali sono i caratteri distintivi, oltre a servizi ed agevolazioni, di questa organizzazione?

L’Aldai è un’associazione radicata su tutto il territorio nazionale grazie ai nostri 62 sindacati territoriali. Essa si occupa dei dirigenti industriali come categoria, e li assiste quando hanno dei problemi. Uno dei nostri punti di forza è la quota associativa molto bassa proprio perchè è la massa che aiuta a fare i servizi.
Essenzialmente le problematiche dei dirigenti, a cui noi cerchiamo di fornire una soluzione, si distinguono in relazione al loro rapporto con l’azienda stessa; si può parlare perciò di:
- dirigenti in servizio che hanno problemi di carattere prevalentemente occupazionale; soprattutto negli ultimi 7/8 anni ,infatti, stiamo assistendo ad una fuoriuscita dei dirigenti dalle aziende a causa di ristrutturazioni, fusioni e operazioni di questo genere. Oggi giorno vi è un’accentuazione di questa problematica a causa della crisi che sta colpendo l’economia mondiale. Per di più, i dirigenti sono gli unici che possono essere licenziati dall’oggi al domani, possono quindi essere definiti come “i precari per eccellenza”, non avendo una vera e propria tutela del posto di lavoro.
- dirigenti temporaneamente inoccupati, a cui forniamo assistenza per “tornare a cavallo”, nei casi in cui è possibile, mentre negli altri casi si cerca una soluzione per ricollocarli all’interno del mercato.
- dirigenti in pensione, che evidentemente non hanno problemi di collocamento, anche se gran parte di loro lavora ancora come consulente. Proprio in relazione a questa categoria la nostra associazione è stata l’unica che ha portato avanti una forte battaglia per abolire il divieto di cumulo tra pensione e reddito da lavoro, sia autonomo che indipendente. Altro grande problema dei dirigenti in pensione è sicuramente la perdita di potere d’acquisto che le pensioni hanno subito dal 1992, con il Governo Amato, ad oggi.


Quali sono le ultime iniziative portate avanti dalla vostra associazione?

Una delle ultime iniziative messa in atto dalla nostra associazione è la Polizza di tutela in ipotesi di reato per i dirigenti, ovviamente in servizio. È una vera e propria polizza assicurativa creata per tutelare i nostri associati nelle situazioni di difficoltà, che non nascano da dolo del dirigente o da situazioni di incapacità dello stesso, ma da difficoltà oggettive.


L’Aldai ha organizzato il 17 novembre scorso un dibattito istituzionale su “lavoro, occupazione, potere d’acquisto di salari e pensioni” con il titolo di richiamo “la grave crisi della finanza ha riportato in primo piano l’industria”. Potrebbe commentare questo titolo?

Si, ogni anno la nostra associazione organizza uno o due convegni sui problemi del lavoro. Quello di quest’anno, anche a causa della crisi economica mondiale, ha riportato in primo piano l’industria. Sicuramente l’economia italiana è in crisi , e questa crisi è espressione di un’attività finanziaria esasperata, forzata ed enfatizzata; proprio questa situazione ha riportato l’attenzione sull’industria, in quanto fonte di lavoro. Molte società, negli ultimi anni , hanno ritenuto opportuno diversificare la loro attività , attenuando l’attività di produzione per dedicarsi ad un’attività finanziaria; questa scelta si è rivelata nel tempo disastrosa. L’unica cosa da fare oggi è, quindi, tornare all’industria, cioè alla produzione che ha perciò riconquistato un ruolo in primo piano.

...

Continua su Family Office n.2 - 2009
http://www.finanzaediritto.it/prodotti/abbonamento-family-office-2009-italia-211.html




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Zeme, Sergio iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting