corporatecounsel
FinanzaeDiritto sui social network
19 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Intervista a Giovanni Pipi, Vice Direttore Generale e Direttore Commerciale di Bipiemme Private Banking SIM S.p.A. Gruppo Banca Popolare di Milano

1 Gennaio 2007 - Autore: Redazione


Potreste presentarci i servizi più innovativi di Bipiemme Private Banking per il mercato italiano?

Definirsi innovativi nei servizi proposti è affermazione a volte “temeraria” in quanto spesso si viene smentiti dalle evoluzioni e dalle tendenze del mercato. Diciamo che stiamo prestando sempre maggior attenzione, attraverso la cura e lo sviluppo delle capacità relazionali dei nostri Private Banker, a cogliere le modificazioni psico-comportamentali della nostra clientela, supportandola poi di conseguenza nei bisogni palesati.

Secondo la sua esperienza quali sono le caratteristiche della clientela private nel nostro paese?

Grazie alla nostra esperienza abbiamo potuto notare come le caratteristiche della clientela private non siano così univoche ma possano trovare differente espressione per entità di patrimonio, età anagrafica, area geografica,… Tuttavia possiamo provare a declinare sinteticamente alcune che trovano più frequentemente proposizione:
- multibancarizzazione (tre/quattro intermediari);
- comportamento finanziario prevalentemente orientato alla delega;
- bassa propensione al rischio;
- crescente attenzione alla qualità del servizio.

Offrite dei servizi differenziati per la gestione dei patrimoni più ingenti (i c.d. “ultra high net worth individuals”)?

La diversa entità dei patrimoni posseduti comporta solitamente una ovvia differenziazione nei bisogni della clientela. Ne consegue che fra i patrimoni più ingenti ci sia una forte correlazione in termini di servizi dedicati tra le aree private, finanza e corporate.

Parliamo ora della consulenza non finanziaria e precisamente dei servizi a valore aggiunto: i c.d. “plus” dell’attività di Private Banking.

Che tipo di consulenza in materia di fiscalità internazionale e “tax planning” nazionale fornite ai vostri clienti?

La consulenza in materia di fiscalità internazionale e tax planning nazionale viene allo stato fornita attraverso le professionalità presenti nel Gruppo. Sono tuttavia previste in futuro partnership con primarie realtà professionali del ramo.

(continua)
articolo estratto dalla rivista Family Office, anno III (2006), numero 1 http://www.finanzaediritto.it/prodotti/family-office-n1-2006il-passaggio-generazionale-delle-imprese-attraverso-i-patti-di-famiglia-53.html




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Pipi, Giovanni iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento






cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting