xm zero
FinanzaeDiritto sui social network
11 Dicembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Intervista a Gabriello Mancini, Presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena

3 Luglio 2009 - Autore: Redazione


Nato a San Gimignano nel 1946, Gabriello Mancini è stato a lungo direttore amministrativo della Asl 7 di Siena, con varie mansioni dirigenziali.
Dal 1991 al 1995 è stato Consigliere Regionale della Toscana (Democrazia Cristiana) dove ha ricoperto gli incarichi di Segretario della IV Commissione consiliare permanente (Sanità e Sicurezza Sociale), di Vice Presidente (dal 1993) della Commissione di Controllo su patrimonio e bilancio e, fino al 1993, di Segretario della Commissione Speciale per la Programmazione.
Dal 1996 al 2001 ha lavorato presso gli uffici del Consiglio Regionale della Toscana, al servizio Gestione Risorse, con funzioni dirigenziali di Provveditore.
E’ Consigliere Comunale di San Gimignano dal 1970.
Ha fatto parte, dal 1999 al 2001, del CdA dell’Università degli Studi di Siena, in rappresentanza della Regione Toscana.
Dal 2001 è nella Deputazione Amministratrice della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e dal 2002 al 2006 è Vice Presidente della stessa.
Dal 2004 è membro del Consiglio di Indirizzo della Fondazione Toscana Life Sciences.
Il 9 maggio 2006 è stato nominato Presidente della Fondazione Mps.
E’ vicepresidente dell’Acri.
Presidente di Cotec.
Presidente della Fondazione Accademia Musicale Chigiana.


Per soccorrere la popolazione abruzzese tragicamente colpita dal terremoto, la Fondazione Monte Paschi di Siena ha generosamente contribuito all’apertura di un ospedale da campo e si è offerta per la ricostruzione della Basilica di San Bernardino de L'Aquila , gravemente danneggiata dal sisma. Come procederanno gli aiuti?

Per quanto riguarda l’ospedale da campo, noi abbiamo concorso alla sua realizzazione già in epoca anteriore: la struttura era stata costruita con i contributi da noi erogati all’Associazione Fatebenefratelli di Roma ed inaugurata a settembre dello scorso anno presso l’Aeroporto militare di Guidonia. Questo intervento fa parte di un accordo tra la nostra Fondazione e la Regione Toscana per finanziare progetti nell’ambito della cooperazione internazionale: oltre l'ospedale da campo, segnalo a tal proposito un intervento in Palestina e l’ospedale in Sudan gestito da Emergency.
Il giorno dopo il terremoto abbiamo chiesto che l’ospedale fosse attivato al più presto, contattando la Protezione Civile. L’ospedale da campo può essere allestito in 48 ore e trasferito, grazie ad un accordo con l’aeronautica militare, in qualsiasi parte del mondo. E’ fornito di 50 posti letto, sala rianimazione, pronto soccorso, laboratori.
Per quanto riguarda invece la Basilica di San Bernardino, d’accordo con il presidente della Banca Monte Paschi di Siena, Giuseppe Mussari, abbiamo deciso di raccogliere l’appello lanciato da Bruno Vespa nel corso della trasmissione “Porta a Porta” per la sua ricostruzione.
 Il martedì dopo Pasqua, 14 Aprile, c’èstata una prima riunione qui a Siena col presidente, il direttore generale della Banca, il prefetto Morcone, ed altre personalità, per quantificare i danni e predisporre un progetto. La basilica è di proprietà del Fondo Edifici di Culto del Ministero degli Interni, per cui ci sarà una collaborazione col Ministero per l’intervento di recupero.
Inoltre attraverso l’Acri, abbiamo promosso una sottoscrizione tra tutte le fondazioni di origine bancaria che si tassano in base allo 0,15 per mille del proprio patrimonio, per raccogliere circa 7 milioni e mezzo di euro da destinare agli interventi in Abruzzo. Dunque le confermo che l’impegno c’è stato, e soprattutto continuerà in futuro.


Quali soni i valori etici cui si ispira la Fondazione Monti Paschi di Siena?

Al centro della nostra azione c’è la persona umana, con tutti i suoi problemi, i suoi diritti e naturalmente i suoi doveri. Siccome lo scopo della nostra Fondazione è quello di promuovere lo sviluppo complessivo del territorio di riferimento, noi, mentre promuoviamo lo sviluppo, tendiamo a promuovere anche la dignità della persona umana anche se chiaramente noi non possiamo sostenere interventi direttamente nei confronti di privati o di soggetti che hanno scopo di lucro. Pur agendo in senso generale, cerchiamo di migliorare la qualità della vita e quindi il benessere collettivo, privilegiando l’essere della persona piuttosto che l’avere. L’obiettivo prioritario del nostro Statuto è il rafforzamento del concetto di solidarietà, con la consapevolezza che la funzione della Fondazione dovrà essere sempre di carattere sussidiario. La Fondazione è a disposizione della comunità e gli interventi devono mirare all’accrescimento della persona complessivamente intesa..


Per fronteggiare la crisi economica in atto, lo scorso gennaio la Fondazione ha istituito un bando straordinario, destinando una cifra di 17 milioni e 400 mila euro a sostegno di numerosi progetti. Secondo quali criteri sono stati selezionati i progetti che beneficeranno degli investimenti?

Noi a fine anno abbiamo condotto una prima operazione che rientrava nel quadro del sostegno all’economia: abbiamo sottoscritto la ricapitalizzazione di Fises, la Finanziaria Senese di Sviluppo, di cui sono anche soci il Comune di Siena, la Provincia di Siena e la Camera di Commercio, a sostegno delle piccole e medie imprese.
 

...
Continua su Family Office n.3 - 2009
http://www.finanzaediritto.it/prodotti/abbonamento-family-office-2009-italia-211.html

 




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Mancini, Gabriello iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento








cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting