cfsrating 2018
FinanzaeDiritto sui social network
15 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




INPS: domanda di riscatto di laurea

30 Maggio 2011 - Autore: Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista


www.studiochiari.com

 

INPS: domanda di riscatto di laurea

 

In data 27.05.2011 l’Inps ha pubblicato la circolare n. 77 con la quale vengono illustrate le nuove modalità di presentazione della domanda di riscatto di laurea.

L’Istituto informa che è ora possibile presentare le domande di riscatto del corso legale di laurea anche direttamente dal cittadino, dotato di PIN, e ciò tramite accesso al sito internet dell’Istituto (www.inps.it). Viene comunque precisato che il processo di digitalizzazione delle domande in oggetto avverrà con gradualità, dopo un periodo transitorio durante il quale le consuete modalità di presentazione continueranno ad essere garantite.

Per facilitare l’utente nella predisposizione della comunicazione telematica sono stati anche previsti, nella fase di acquisizione dei dati, un insieme di controlli sulla correttezza e sulla coerenza dei dati inseriti con l’obiettivo di assicurarne la qualità.

 

Presentazione della domanda.

Per effettuare la presentazione della domanda di riscatto di laurea secondo la nuove modalità telematiche l’Inps ha reso disponibile un “sottosito” al quale si può accedere attraverso il seguente percorso:

-          accedere a www.Inps.it;

-          nella sezione blu dei servizi on-line presente nella home page del portale Inps bisogna selezionare “per tipologia di utente”

-          successivamente bisogna selezionare “cittadino” seguito da “riscatti di laurea”.

Per effettuare la presentazione della domanda è prevista una modalità di accesso con pre-identificazione, tramite PIN, con la conseguente immediata acquisizione della domanda di riscatto di laurea, una volta verificate la completezza e l’esattezza dei dati inseriti.

Si ricorda che, ai sensi della normativa vigente, i soggetti che possono presentare domanda di riscatto del corso legale di laurea sono i seguenti:

-          i soggetti iscritti al fondo pensioni lavoratori dipendenti;

-          i soggetti iscritti alle gestioni speciali del fondo per i lavoratori autonomi;

-          i soggetti iscritti ai fondi sostitutivi ed esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia ed i superstiti;

-          i soggetti iscritti alla gestione di cui all'art. 2, co. 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335 (gestione separata finalizzata all'estensione dell'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia ed i superstiti, i soggetti che esercitano per professione abituale, ancorché non esclusiva, attività di lavoro autonomo nonché i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa);

-          i soggetti non iscritti ad alcuna forma obbligatoria di previdenza che non abbiano iniziato attività lavorativa.

Una volta completato l’accesso tramite PIN il cittadino è riconosciuto dal sistema e potrà quindi avere accesso alle seguenti funzionalità:

-          informazioni generali riguardanti il riscatto di laurea: in tale sezione del sottosito sono riportate le informazioni riguardanti i riferimenti legislativi che rendono possibile il riscatto di laurea. Si evidenzia che per le informazioni inerenti tutti i dettagli normativi il sottosito rimanda l’utente alla normativa descritta sul sito INPS;

-          riscatto di laurea inoccupati: a questa sezione del sito possono accedere solo gli utenti riconosciuti dal sistema come “inoccupato”.

Il servizio consente di calcolare l’importo dell’onere del riscatto di laurea. Per procedere alla simulazione l’utente dovrà solamente inserire le necessarie informazioni: tipo di laurea; corso di studio; università; durata legale; anno di iscrizione.

Con tali informazioni l’utente potrà avviare la simulazione che fornirà come risultato l’onere complessivo del riscatto per l’intero corso di laurea e l’indicazione dell’importo di ciascuna rata per una rateizzazione in 120 rate. Attraverso la simulazione, inoltre, l’onere ottenuto può essere personalizzato attraverso l’inserimento del numero delle rate di cui si vorrebbe avvalere l’utente e la durata del periodo, espresso in anni e mesi, che intende riscattare.

Con i dati della simulazione il cittadino può procedere a presentare la domanda di riscatto di laurea (inoccupati) seguendo questi passaggi:

-          l’utente, innanzitutto, deve acconsentire a tutte le dichiarazioni di responsabilità indicate;

-          successivamente, l’utente deve compilare il modulo della domanda proposto dalla procedura, in cui i dati anagrafici e di residenza del cittadino sono impostati dal sistema e non modificabili. Le informazioni la cui compilazione è a carico dell’utente sono le seguenti: sede INPS di competenza, almeno un recapito tra quelli proposti e i dati relativi al corso di studi (l’utente dovrà allegare in formato elettronico il certificato di laurea, con la specifica della durata legale degli studi e degli anni in corso e fuori corso, corredata del documento di identità).

-          infine, la procedura fornisce all’utente una ricevuta in pdf della domanda di riscatto presentata, che riporta sia il numero di protocollo assegnato alla domanda, sia tutte le informazioni inerenti la domanda che sono state indicate dall’utente in fase di compilazione.

Riscatto di laurea occupati: tale funzionalità è abilitata per i soli utenti identificati dal sistema come occupati per l’inoltro della domanda. Il servizio consente principalmente di presentare la domanda di riscatto di laurea (occupati). La funzionalità è disponibile per gli utenti che sono in possesso delle seguenti caratteristiche:

-          hanno versato i contributi in un unico fondo di gestione previdenziale;

-          la domanda di riscatto avviene in uno dei seguenti fondi previdenziali: fondo gestione separata, fondo lavoratori dipendenti e fondi equiparati, fondo gestione artigiani, fondo gestione commercianti, fondo gestione coltivatori mezzadri, fondo gestione coltivatori diretti.

La procedura di presentazione della domanda di riscatto di laurea, sostanzialmente, è identica a quella prevista per il riscatto di laurea da parte di inoccupati. La funzionalità “riscatto di laurea occupati”, inoltre, prevede la possibilità di effettuare una richiesta di appuntamento in sede: tramite tale servizio l’utente può richiedere un appuntamento presso la propria sede di competenza. Nella richiesta l’utente deve indicare il giorno e l’ora dell’appuntamento tra quelli messi a disposizione. In occasione dell’appuntamento in sede, con l’ausilio dell’operatore Inps, sarà possibile presentare la domanda di riscatto laurea, corredata della documentazione necessaria (certificato di laurea o autocertificazione).

Stampa di bollettini MAV: tramite tale servizio l’utente può richiedere la visualizzazione (in formato pdf) dei bollettini MAV relativi ai pagamenti da effettuare riferiti ad un determinato riscatto di laurea in fase di pagamento.

Servizi integrati di supporto: per comodità dell’utente sono stati integrati nel sottosito dei riscatti di laurea i collegamenti ad ulteriori servizi disponibili in altre sezioni del portale dell’Istituto, ovvero i seguenti: modifica della residenza, modulistica on-line, servizio pagamenti.

 

Pagamento:

secondo quanto precisato dalla circolare Inps n. 77, sopra citata, il pagamento dell’onere di riscatto del corso di studi può essere effettuato:

-          utilizzando il bollettino M.AV (l’Inps in una prima fase provvederà all’invio cartaceo dei bollettini M.AV, Successivamente si potranno richiedere e stampare i bollettini M.AV direttamente tramite il sito www.inps.it, seguendo il percorso: servizi on-line > per tipologia di utente > cittadino > pagamento contributi riscatti ricongiunzioni e rendite, oppure chiamando il contact center al numero gratuito 803164, che provvederà all’inoltro per posta all’indirizzo di residenza o tramite mail);

-          on-line sul sito Internet www.inps.it nella sezione “servizi on-line > per tipologia di utente > cittadino > pagamento contributi riscatti ricongiunzioni e rendite”, utilizzando la carta di credito per perfezionare il pagamento;

-          rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito “Reti Amiche”.

 

Supporti:

Al fine di assicurare un adeguato supporto all’utilizzo di strumenti informatici, è prevista, inoltre,  la disponibilità del contact center multicanale Inps-Inail, che risponde al numero telefonico 803164, dalle ore 8 alle ore 20 dal lunedì al venerdì e, il sabato, dalle ore 8 alle 14, il quale provvederà a fornire al cittadino tutte le informazioni in materia, nonché l’assistenza in merito al servizio web per orientarlo al corretto utilizzo dello stesso, supportandolo in tutte le fasi.




            

Altri articoli scritti da Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento






cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting