xm zero
FinanzaeDiritto sui social network
15 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




IL TFR, IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO NEL 2012 E NEL 2013. DEFINIZIONE E CARATTERISTICHE

25 Dicembre 2011 - Autore: Redazione

 Il TFR è un emolumento accantonato dal datore di lavoro e corrisposto al lavoratore in ogni caso di cessazione del rapporto di lavoro.

 

Ha carattere retributivo con funzione previdenziale costituendo quella parte della retribuzione, la cui corresponsione è generalmente differita alla cessazione del rapporto di lavoro, per aiutare il lavoratore a superare la difficile fase della cessazione del rapporto di lavoro.

 

La quota di retribuzione del TFR si ottiene dividendo la retribuzione annua per 13,5.

 

L’anticipazione del tfr è un diritto per il lavoratore con almeno 8 anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro ed è consentito solo in casi disciplinati.

 

Con la riforma del TFR il TFR può essere utilizzato per finanziare la previdenza complementare, se il lavoratore sceglie di destinare una quota del trattamento ad un fondo pensione.

 

Per approfondimenti sul TFR

 

Per iscriversi alla nostra newsletter settimanale gratuita sull’argomento in esame

 

La redazione




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting