BBLTRANSLATION è pioniera nella traduzione giurata con firma  digitale. È la prima impresa che offre il servizio di traduzione giurata digitale con validità legale.
FinanzaeDiritto sui social network
24 Luglio 2014  le interviste  |  professionisti  |  web tv  |  forum  |  chi siamo  |  area utenti  |  registrati

            




Guida alla modello della dichiarazione di successione. Come si compila, i termini di presentazione, chi la deve presentare. Le novità in tema per il 2011, 2012 e 2013

13 Agosto 2011 - Autore: Redazione


 Guida alla modello della dichiarazione di successione. Come si compila, i termini di presentazione, chi la deve presentare. Le novità in tema per il 2011, 2012 e 2013

 

Imposta sulle successioni

 

L’imposta sulle successioni è dovuta per i trasferimenti di beni e diritti che avvengono in base alla legge o ad un testamento, a seguito della morte del titolare.

 

L’imposta si applica anche nel caso di morte presenta, e di immissioni in possesso temporaneo dei beni dell’assente.

 

La successione può essere a tito universale (si chiama eredità) oppure a titolo particolare (legato).

 

Dichiarazione di successione

 

Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione di successione i seguenti soggetti:

 

-          I chiamati a titolo di erede

 

-          Gli amministratori dell’eredità

 

-          I  curatori dell’eredità giacente

 

-          Gli esecutori testamentari

 

-          Gli immessi nel possesso temporaneo dei beni

 

Tali soggetti devono presentare una sola dichiarazione di successione. Infatti l’obbligo di presentazione è solidale tra tutti gli obbligati e si considera soddisfatto anche quando vi provveda uno solo di essi.

 

 

Termine di presentazione

 

La dichiarazione deve essere presentata entro 12 mesi dal decesso (cioè dall’apertura della successione), salvo le eccezioni particolari previste dalla normativa.

 

Inoltre è possibile presentare sucessivamente una dichiarazione sostitutiva e una dichiarazione integrativa.

 

 

Luogo e modalità di presentazione

 

La dichiarazione va presentata presso l’ufficio delle entrate nella cui circoscrizione era residente il defunto al momento del decesso.

 

Se il defunto era residente all’estero deve essere presentata all’ufficio delle entrate nella cui circoscrizione era stata fissata l’ultima residenza italiana e, se sconosciuta, presso l’ufficio di Roma 6, via Canton n. 20.

 

La presentazione ad ufficio diverso da quello competente si considera avvenuta nel giorno in cui la dichiarazione giunge all’ufficio competente.

 

La dichiarazione può essere consegnata direttamente all’ufficio il quale ne rilascia ricevuta, ovvero spedita per raccomandata e si considera presentata nel giorno di consegna all’ufficio postale.

 

Caratteristiche

 

La dichiarazione di successione deve essere redatta su un apposito stampato fornito dall’ufficio delle entrate o su modello conforme (modello 4).

 

E’ nulla la dichiarazione redatta su modello diverso.

 

Il contenuto della dichiarazione:

 

1)       Generalità defunto e ultima residenza

 

2)       Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui indicare l’apertura di successione e generalità dei chiamati all’eredità e legatari

 

 

3)       Beni e diritti dell’asse ereditario

 

4)       Estremi degli atti di alienazione a titolo oneroso effettuati negli ultimi 6 mesi di vita

 

5)       Estremi atti di donazione

 

6)       Passività e oneri deducibili

 

7)       Crediti contestati

 

8)       Valore globale netto dell’asse ereditario

 

9)       Riduzioni e le detrazioni spettanti

 

10)   Estremi del versamento delle imposte ipotecarie e catastali autoliquidate dagli eredi

 

Sottoscrizione

 

La dichiarazione di successione deve essere sottoscritta da uno dei soggetti obbligati alla sua presentazione, altrimenti è nulla.

 

La sottoscrizione può essere fatta anche da un rappresentante negoziale del soggetto obbligato (procura).

 

Allegati alla dichiarazione

 

Occorre allegare i seguenti documenti:

 

1)       Certificato di morte

 

2)       Stato di famiglia eredi e legatari

 

3)       Copia autentica di eventuale testamento

 

4)       Estremi catastali degli immobili oggetto della successione

 

5)       Prospetto di liquidazione delle imposte ipotecarie e catastali autoliquidate

 

6)       Documenti di prova della passività deducibili

 

 

Liquidazione e pagamento dell’imposta di successione

 

Il controllo della base imponibile e del calcolo dell’imposta dovuta è effettuato direttamente dall’amministrazione finanziaria. L’ufficio liquida l’imposta in base alla dichiarazione di successione.

 

La liquidazione deve essere notificata, mediante avviso, entro 3 anni dalla data di presentazione della dichiarazione di successione altrimenti l’Ufficio decade di ogni diritto.

 

Il pagamento deve essere eseguito entro 60 giorni dalla data in cui è stato notificato l’avviso di liquidazione, altrimenti si procede alla riscossione coattiva.

 

Per approfondimenti si rimanda al canala dedicato nel quotidiano Finanzaediritto.it

 

Forum per discutere con gli altri utenti

 

Per dialogare con i nostri esperti nel forum fiscale e forum lavoro

 

Per i corsi professionali, master e percorsi di alta formazione lavorativa sul tema vi rimandiamo alla nostra selezione.

 

Per approfondimenti e per scaricare gratis le nostre guide e newsletter di settore registratevi qui

 

Studio legale e tributario Giommi

www.studiolegalegiommi.it

 

 





            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento

Inserisci un commento

Inserisci i numeri che vedi nell' immagine






Powered by Share Trading
Everlasting