FinanzaeDiritto sui social network
26 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Gli efficienti veicoli d'investimento Lussemburghesi

1 Novembre 2010 - Autore: Walter Panzeri


Il Lussemburgo è la nazione al Mondo  con più società e fondi gestiti  di proprietà straniere. La facilità della costituzione di tali veicoli, la snellezza della gestione e i vantaggi fiscali offerti sono le maggiori attrattive di questo piccolo Stato Europeo. 

Vediamo alcune caratteristiche delle varie società esistenti e i loro principali vantaggi che li offrono e che li differenziano tra loro e dalle altre società Europee.

I tipi di strutture societarie che possono essere costituiti in Lussemburgo sono:

  1. SOPARFI società di partecipazione finanziaria
  2. SPF società di private asset management familiare
  3. SIF fondi d’investimento dedicati e riservati
  4. SICAV società d’investimento a capitale variabile
  5. SICAR società d’investimento a capitale di rischio
  6. CARTOLARIZZAZIONE società autorizzate a questo scopo 

 

Le SOPARFI sono le più diffuse per attività classiche come società commerciali, per partecipazioni e per proprietà intellettuale, con regolare attività fiscale e pienamente compatibile con la direttiva dell’Unione Europea sulle società madri-figlie. Queste società beneficiano dei trattati contro le doppie imposizioni fiscali previste dalle direttive Europee.

Sono quindi tre i settori dove possono essere utilizzate:

  • per attività commerciale con una tassazione del 29,63% sull’utile netto dichiarato,
  • per attività di holding con esenzione dalla tassazione sui dividendi e guadagni di capitale
  • per attività di guadagni da royalties con una esenzione dell’imposta dell’80%.

La società può essere creata tra 4 tipi di forma:

  1. SARL con un capitale minimo di 12.500 €, un socio e un direttore,
  2. SA con un capitale minimo di 31.000 €, un socio, un amministratore e un sindaco,
  3. SCA con un capitale minimo di 31.000 €, due soci, tre amministratori e un sindaco,
  4. CCOPSA  società di tipo cooperativo con almeno tre soci e tre amministratori.

 

Le SPF è un tipo speciale si società adottato per la gestione dei beni di famiglia in completa assenza di tassazione fiscale. L’attività è strettamente limitata alla acquisizione, gestione e realizzazioni di asset finanziari, quali: azioni, obbligazioni, azioni di società non quotate, conti di deposito, fondi d’investimento, prodotti strutturati, opzioni, valute, garanzie, ecc.... La SPF non può svolgere nessuna attività di tipo commerciale, ma può possedere una SOPARFI che effettua questo tipo di operazioni.

Possono avere la stessa forma societaria delle SOPARFI e gli azionisti possono essere persone fisiche o entità autorizzate alla gestione dei beni patrimoniali, residenti in Lussemburgo o diritto estero.

 

I SIF sono dei fondi d’investimento creati in Lussemburgo per gli investitori professionali e ben informati. Il capitale minimo è previsto in 1.250.000 € da raggiungere entro un anno dalla sua costituzione e con la possibilità del conferimento di asset illiquidi come immobili, quote di società non quotate, ecc. I SIF possono investire in qualsiasi attività o valori finanziari, come: immobili, hedge fund, private equity, buyout, forex, brevetti, bond, PPLN, certificati ecc. E’ richiesto il calcolo del NAV (net asset value) almeno una volta all’anno, così come un direttore o amministratore che soddisfi le condizioni specifiche sulla onorevole reputazione e discreta esperienza professionale.

L’amministrazione e la banca depositaria devono essere di diritto Lussemburghese. L’unica tassazione a cui sono sottoposti i SIF è dello 0,01% sugli asset posseduti. Altro notevole vantaggio dei SIF sono i contenuti costi di incorporazione e di gestione annuale.

 

Le SICAV sono società per azioni, con una caratteristica essenziale che è la separazione dei suoi azionisti. L’attività principale di queste società è l’investimento finanziario. La sua politica di gestione è strettamente controllata dalla CSSF (corrispondente dell’italiana CONSOB), devono avere una banca depositaria e la loro gestione deve essere affidata ad un organismo regolamentato in Lussemburgo, che offre molte attrattive per gli investitori interessati all’utilizzo di queste specifiche società. Il capitale minimo per avere una propria SICAV e di un milione di €, anche se è consigliata una capitalizzazione di almeno venti milioni per poter ammortizzare le notevoli spese di gestione a cui sono sottoposte questi veicoli d’investimento.

 

Le SICAR sono società costituite per investimenti ad alto rischio e possono investire anche unicamente in un unico asset. Questa è la sostanziale differenza con una SICAV, obbligata alla differenziazione del rischio. Tutte le altre condizioni a cui sono sottoposte sono le stesse delle SICAV e dei SIF.

 

Le società di CARTOLARIZZAZIONE sono soggette alla legge alla legge del marzo 2004 che si basa sul concetto della proprietà fiduciaria. La cartolarizzazione consente di trasferire i rischi connessi a tutti i tipi di beni e proprietà  (finanziarie, immobiliari, materiali ed immateriali, crediti, crediti futuri, ecc.) ad un soggetto specifico. 

L’ambito di applicazione di questa legge è molto variabile ed ampia, in quanto è ora possibile cartolarizzazre numerosi tipi di attività, di rischi e di reddito per mezzo di questo veicolo. La cartolarizzazione è accessibile a tutti e per tutti i tipi di investitori, siano esse aziende o persone fisiche.. La legge specifica tutti le operazioni con cui un veicolo di cartolarizzazione acquista e si assume il rischio collegato a un bene. Il finanziamento delle operazioni avviene mediante emissione di azioni, obbligazioni, prestiti subordinati, certificati o altri tipi di notes. 

L’utilizzo più comune che si fa di questo strumento, è la cartolarizzazione del portafoglio crediti di aziende, ma lo strumento consente molte altre aree, comprese quelle legate alla pianificazione della ricchezza familiare o personale. Infatti questi veicoli consentono alle aziende o ad individui privati di cedere alcuni beni facenti parte dei loro attivi, mettendoli in una società di cartolarizzazione lussemburghese, per evitare di dover intraprendere il rischio di detenzione o di gestione. Gli investitori finanzieranno il veicolo, che emette strumenti finanziari con rendimenti e caratteristiche in connessione con le attività sottostanti.





            

Altri articoli scritti da Walter Panzeri

Ultimi commenti degli utenti

il lussemburgo è anche la nazione al mondo con il più alto tasso di delocalizzazione di fondi e sicav. Infatti le nuove piazze finanziarie ue hanno costi molto più accessibili ma altrettanta qualità

1 Novembre 2010 ore 16:49:38 - paolo morabito













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades