FinanzaeDiritto sui social network
20 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




FUGA DI (PICCOLI) CAPITALI DALLA SVIZZERA. Sequestrati 750 mila euro nel solo mese di marzo dalla Gdf di Como

28 Marzo 2014 - Autore: Redazione


Ammonta ad un equivalente di circa 750 mila euro il traffico illegale di valuta dalla Svizzera all’Italia intercettato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Como negli ultimi 30 giorni. Sono otto i casi di persone individuate alla frontiera di Chiasso mentre cercavano di riportare denaro di nascosto dalla patria di Guglielmo Tell al nostro Paese.

 

Un segnale di discontinuità rispetto alla più tradizionale rotta dei capitali, forse dettata dal perdurare della situazione di stallo tra i governi di Roma e Berna sulla tassazione da applicare ai conti oltre confine. Non si tratta di cifre altissime, quella massima è di 170 mila euro trovati nell’imbottitura del sedile di un’auto di un consulente finanziario. Poca roba, ma indice di come siano soprattutto i risparmiatori piccoli e medi ad avvertire l’esigenza di rimpatriare in maniera illecita i propri soldi prima che scattino misure severe.

 

Tra loro anche un noto giocatore cagliaritano di poker, Filippo Candio, al quale sono stati sequestrati in una semplice busta 50 mila dollari, frutto, stando alla sua versione, di una vincita al casinò. Ben più singolari gli escamotage degli altri frontalieri di contanti: dai 61.500 euro trovati nella fodera della giacca di un imprenditore veneto ai 52 mila celati nella biancheria intima di un uomo in viaggio sul treno, fino ai 140 mila scovati in un interstizio del portabagagli. Persino una insospettabile anziana di oltre 80 anni è stata «pizzicata» con 60 mila franchi non dichiarati e conservati nella borsa.

 

Marco Pelliccia, comandante provinciale delle Fiamme Gialle comasche ha precisato che questi sequestri sono frutto di controlli ordinari che nel mese di marzo hanno riguardato 750 mila euro e che il flusso di denaro dall’Italia alla Svizzera non si è arrestato, al massimo si è un po’ ridimensionato, ma si può considerare alla pari con quello in uscita e senza  avvalersi di intermediari.

 

Alessia Liparoti

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades