corporatecounsel
FinanzaeDiritto sui social network
25 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




CUOA E LE CONSEGUENZE DELLA CRISI SULLA FORMAZIONE. L'intervista a Francesco Gatto, Responsabile CUOA Finance della Fondazione CUOA

10 Febbraio 2012 - Autore: Redazione


 

 

Prosegue l’inchiesta di FinanzaeDiritto.it tra i più importanti Enti di Formazione. Grazie a Fondazione Cuoa, segnalata come eccellenza per la seconda edizione del Premio Internazionale Le Fonti del prossimo 28 giugno, abbiamo sviscerato alcuni dei mutamenti più manifesti avvenuti nel settore congiuntamente all’attuale contingenza economica. Ne abbiamo parlato con Francesco Gatto, Responsabile CUOA Finance.

 

 

Fondazione Cuoa vanta una storia lunga e prestigiosa, essendo nata nel 1957 come Business School con l’obiettivo di “coltivare il successo”. Quali sono i requisiti che vi hanno consentito e vi consentono tuttora di tradurre questa ambizione in realtà?

Il tratto distintivo della Fondazione CUOA è un fortissimo legame con il tessuto delle aziende del Nordest. Il continuo confronto con le imprese del territorio ci permette di essere allineati rispetto alle esigenze delle aziende e alle tendenze evolutive del mercato e poter poi elaborare una proposta  formativa capace di garantire un reale valore aggiunto alla crescita manageriale e professionale dei nostri allievi. Alla base del successo c’è quindi uno studio e una valutazione del mercato con interventi di ricerca, svolgimento di indagini e organizzazione di attività di “think tank”. Tutto ciò si traduce in una progettualità concreta con una forte spinta all’innovazione. Al riguardo, i nostri progetti intendono sempre coniugare rigore scientifico  e concretezza operativa al fine di proporre un’offerta che possa essere spendibile nella realtà delle nostre aziende. Puntiamo inoltre, da sempre, su una crescita fondata su due dimensioni strettamente integrate: una legata alle aree tecniche del general management e un’altra connessa allo sviluppo delle abilità comportamentali e manageriali.

 

La vostra offerta formativa è molto variegata anche nelle formule: dagli MBA di diversa tipologia ai Master fino ai Corsi JobLeader e ai Corsi Executive. Di che cosa si tratta?

Partendo dall’analisi delle esigenze del mercato, il CUOA ha notevolmente ampliato la propria offerta con una vasta gamma di prodotti e servizi per tener conto delle diverse necessità di crescita professionale che le aziende e gli individui manifestano. Abbiamo quindi allargato la nostra offerta Master (sia di tipo MBA, sia di tipo specialistico) e completato la proposta con numerosi progetti di tipo “executive” con l’obiettivo da un lato di coprire tutte le aree tematiche d’impresa (marketing, amministrazione finanza e controllo, information technology, risorse umane, ecc…), dall’altro di rispondere alle esigenze di crescita professionale dei diversi ruoli all’interno dell’azienda (imprenditori, amministratori, responsabili e manager di funzione). In questo senso possiamo così sintetizzare la nostra offerta:

  • i Master full time per giovani neolaureati, progettati per favorire un efficace inserimento dei giovani nel mondo del lavoro grazie a uno sviluppo di competenze gestionali e specialistiche e di abilitĂ  manageriali;
  •  i Master Executive MBA, per lo sviluppo delle competenze manageriali e imprenditoriali, con una logica di visione orizzontale e trasversale, con modalitĂ  di frequenza nei fine settimana;
  •  i  Master Executive Specialistici per acquisire forti conoscenze su specifiche aree tematiche;
  •  i percorsi Job Leader, anch’essi con modalitĂ  di frequenza nei fine settimana,  per favorire una crescita sia tecnico-specialistica sia comportamentale nelle diverse aree funzionali d’impresa;
  •  i percorsi executive, per fornire competenze specialistiche e gestionali legate a specifiche aree di business dell’impresa.

Da sottolineare poi la crescente dimensione internazionale dei nostri progetti. Il CUOA, infatti, vanta rapporto con diverse universitĂ  e business school internazionali attraverso scambi di allievi, coinvolgimento di docenti stranieri, attivazione di progetti formativi per manager e giovani studenti provenienti da Paesi esteri.

 

Non mancano percorsi di formazione su misura per il contesto aziendale, finanziario e legato alla Pubblica Amministrazione. Ce li può illustrare?

La caratteristica principale dei corsi di formazione “su misura” è una progettazione per conto di un determinato cliente, con una logica di personalizzazione degli obiettivi e dei programmi rispetto alle strategie e alle indicazioni del committente. Si tratta quindi di attività sviluppate in una logica di “co-progettazione” che implicano una stretta integrazione tra il team dei formatori e consulenti CUOA  e i referenti delle aziende committenti. Il CUOA sviluppa da anni progetti di formazione “custom” per conto di imprese, banche, assicurazioni, pubbliche amministrazioni. I programmi e i contenuti possono chiaramente variare in funzione delle specifiche esigenze del committente. Solo a titolo esemplificativo possiamo spaziare dai progetti del tipo “Academy” finalizzati a favorire una crescita trasversale del management delle imprese rispetto alle diverse aree funzionali,  ai progetti di sviluppo professionale per i diversi ruoli di filiale e di sede centrale delle banche, ai percorsi per accrescere le competenze del management nelle pubbliche amministrazioni.

 

Come l’attuale contingenza sta influendo sul settore della formazione? Sono nati corsi più specifici per rispondere a particolari esigenze dell’attuale mercato?

Sono diversi gli effetti indotti sulla formazione dall’attuale contingenza. Innanzitutto una forte domanda di formazione individuale registrata negli ultimi anni: sono sempre infatti più numerosi i manager che partecipano a titolo individuale ai nostri corsi investendo di propria iniziativa risorse anche significative per la propria crescita professionale. A livello di innovazione, il CUOA ha puntato in modo significativo negli ultimi anni, anche come strumento per reagire alla crisi, sulle attività di networking promuovendo diverse communities professionali per favorire il confronto e lo scambio di esperienze. In particolare, alcune iniziative di successo sono state il Lean Center, nato per favorire la diffusione della cultura “lean” ed attualmente considerato come il punto di riferimento nazionale di eccellenza nel campo del lean management, il Club Finance, promosso per sviluppare cultura finanziaria presso banche, imprese e professionisti, l’Osservatorio Legislazione & Mercati, avviato per favorire una base di dialogo più efficace tra la legislazione dei mercati e le esigenze delle aziende e il Forum ICT promosso per contribuire a una sempre maggior consapevolezza del valore strategico della funzione ICT. In tale ambito, il CUOA segue con attenzione l’evoluzione e le potenzialità delle nuove tecnologie della comunicazione (social network, ecc…) con indagini di mercato e proposte formative mirate.

 

Come considera in generale l’attuale situazione per il mondo della Formazione? Quali novità ci attendono per i prossimi anni?

L’attuale contesto di mercato comporta inevitabilmente diverse ricadute per il mondo della formazione che una business school deve saper leggere e interpretare correttamente. Da un lato le aziende tendono comunque a riconoscere soprattutto in una fase quale quella attuale il valore strategico della formazione, dall’altro, anche a causa di budget spesso più contenuti, sono portate a valutare con più attenzione e rigore la qualità della formazione che il mercato propone. Tutto ciò richiederà alle business school che intendano essere competitive sul mercato una chiara politica di differenziazione e di innovazione nell’offerta al fine di far percepire al mercato il valore aggiunto e la qualità delle proprie proposte.

 

Uno degli strumenti destinati a crescere anche nel vostro settore è quello dell’interattività e delle business community. Il JobCareer Center CUOA rappresenta in tal senso un punto di riferimento per lo sviluppo del network degli alumni master CUOA e del network aziende. In che modo?

Il patrimonio dei nostri Alumni Master (oltre 3.200 dal 1957) è per il CUOA di grande valore e costituisce per noi la community più preziosa. Il JobCareer Center CUOA rappresenta pertanto un punto di riferimento per lo sviluppo del Network degli Alumni Master CUOA e del Network aziende, con l’obiettivo di creare sinergie tra i nostri Alumni e le esigenze delle aziende partner. Il Job Career monitora e aggiorna costantemente lo sviluppo di carriera dei nostri alumni analizzando il mercato del lavoro, mappando le opportunità professionali attuali e studiando le  evoluzioni future. Propone, tra le varie attività, un servizio di job-posting: settimanalmente viene  inoltrata una newsletter con le opportunità professionali segnalate da aziende, istituti di credito, banche, società di consulenza.

 

La poetessa polacca Premio Nobel nel 1996, Wislawa Szymborska, recentemente scomparsa, ha dedicato con la sua ironica precisione, un componimento alla stesura di un curriculum affermando come oggi «i viaggi contino solo se all'estero». Quali sono i requisiti che la vostra struttura è in grado di fornire affinché il curriculum dei vostri alumni possa risultare vincente? E considerando la vostra forte propensione all’internazionalizzazione, è vero che oggi le esperienze formative risultano più significative se svolte all’estero?

Il CUOA è particolarmente attento nel supportare i giovani allievi Master affinchè l’ingresso nel mondo del lavoro avvenga con successo con soddisfazione, evidentemente, anche da parte delle nostre aziende partner. In questo senso gli allievi sono seguiti da una psicologa del lavoro con una costante attività di orientamento e counselling individuale. Tale attività prevede anche un supporto finalizzato a simulare colloqui di selezione, nonché una mirata assistenza nella redazione del proprio curriculum vitae. Quanto al secondo punto, riteniamo che il valore formativo delle esperienze possa andare al di là del contesto di svolgimento (locale, nazionale o internazionale). Infatti, se l’esperienza formativa è supportata da qualità, serietà dei programmi, competenza del corpo docente, pensiamo possa fornire un contributo professionalmente valido e spendibile in ogni contesto e realtà. Da questo punto di vista il CUOA, che da un lato è fortemente legato al tessuto imprenditoriale del nordest, dall’altro è proiettato in una dimensione internazionale, promuove con risultati eccellenti una formazione sia al servizio delle sfide del territorio, sia indirizzata a possibili percorsi manageriali in ambito internazionale.

 

Alessia Liparoti

 




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Gatto, Francesco iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

CUOA eroga una formazione di livello superiore a quello della Bocconi in Italia

21 Febbraio 2012 ore 10:12:50 - Pinna













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades