bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
20 Aprile 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Continua l'ascesa dell'Asia

11 Gennaio 2019 - Autore: Redazione


L’Asia chiude in territorio positivo. La seduta segue quella negativa di ieri, la prima in ritracciamento dopo una settimana in territorio positivo. La prosecuzione delle trattative fra Cina e Stati Uniti ed le aspettative di una politica monetaria più accomodante da parte della Federal Reserve continuano a spingere verso l'alto i listini anche se con forza minore.

 

Indici

Nel dettaglio Tokyo ha guadagnato lo 0,97%, terminando le contrattazioni a 20.359.  Meno marcato il rialzo di Cina e Corea che hanno segnato un rialzo dello 0,74% e dello 0,60%.Lo Shanghai Composite ha chiuso le contrattazioni a 2.553 mentre il Kospi a 2.075.

Il Kospi e lo Shanghai Composite hanno rotto i massimi di ieri, proseguendo a rialzo dopo aver tenuto, il 4 gennaio, i minimi di ottobre.  Passando al Nikkei aveva era l’indice che aveva accusato il ritracciamento più marcato nella giornata di ieri, nella notte ha superato, però, il massimo della candela precedente proseguendo nel movimento a rialzo che caratterizza questo indice dal 26 dicembre.

L’India continua il consolidamento vicino i massimi di periodo a 11.000. Nella giornata di oggi il Nifty si sta muovendo in direzione opposta rispetto le altre piazze asiatiche. Nel momento in cui si scrive l’indice indiano perde lo 0,60% a quota 10.756, dopo aver registrato un minimo inferiore a quelli delle ultime due sedute.

 

Valute

Continua la perdita di valore del dollaro americano dopo le parole del Presidente della Federal Reserve di ieri. Il numero uno della banca centrale americana ha lanciato l’allarme sugli effetti negativi dello shutdown sull’economia.

Il biglietto verde o nei confronti dello Yuan con il cross valutario che nel momento in cui si scrive si muove in area 6.7438, perdendo lo 0,73% (-498 pip). Usd Cnh ha rotto i minimi di periodo portandosi ai minimi dal 26 luglio. Quota 7 è ormai molto lontana.

Il dollaro, nella giornata di oggi, si muove in territorio negativo anche nei confronti dello Yen, disegnando una barra inside. Nel momento in cui si scrive Usd Yen perde 15 pip (-0,14%).

Per quanto riguarda le valute oceaniche, Il dollaro Neozelandese guadagna nei confronti del dollaro lo 0,79%, dopo aver raggiunto i massimi dal 19 dicembre.  In territorio positivo, infine, anche il rapporto tra dollaro australiano e dollaro americano con Aud Usd che guadagna 30 pip a +0,42%. Il dollaro australiano ha battuto i massimi dalla metà del mese di dicembre.

Materie prime

Durante la sessione asiatica il petrolio guadagna l’1,50% a quota 53,06 continuando il trend rialzista iniziato il 26 dicembre. Il gold guadagna lo 0,50% a 1292.71, continuando nella fase di consolidamento sotto la resistenza di area 1300. Il rame, che disegna una barra inside, nel momento in cui si scrive sta guadagnando l’1,08% a 2,64 dopo la seduta negativa di ieri .

 

Tassi di Interesse

Il rendimento del Bond a 10 anni giapponese è in discesa scambia a 0,015%  -1 basis poi, dopo aver rotto i minimi di ieri. Il bond australiano scambia a 2,31% -2 basis point rispetto alla chiusura di ieri.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades