Stocks it
FinanzaeDiritto sui social network
17 Dicembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




CONCORSI PUBBLICI: LA LEADERSHIP ALLO STUDIO LEGALE BONETTI & DELIA

24 Ottobre 2017 - Autore: Redazione


Uno dei maggiori problemi in Italia è la garanzia di un concorso pubblico aperto a tutti e di una selezione basata sul merito come comanda l’art. 1 del regolamento sull’accesso al pubblico impiego.
Un vero e proprio punto di riferimento in questa materia è rappresentato dallo Studio Legale Bonetti & Delia con sede sia a Roma in via San Tommaso d’Aquino, 47 che a Messina alla via Via S. Agostino, 4. Da ormai oltre un decennio, infatti, gli avvocati Santi Delia e Michele Bonetti con un nutrito gruppo di giovani collaboratori tra avvocati, praticanti e paralegali sono nel mirino dell’attenzione mediatica nazionale per la leadership acquisita nelle procedure concorsuali pubbliche.
E’ loro, infatti, il ricorso che ha consegnato l’abilitazione ad oltre un milione di insegnanti diplomati magistrale e che, entro fine anno, troverà la conclusione innanzi all’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato. Un provvedimento che, da ormai 5 anni, ha cambiato e continua a cambiare l’architettura del sistema scolastico italiano, al quale si è recentemente accostato quello del T.A.R. Lazio sul titolo AFAM anch’esso ritenuto abilitante. Tutte le maggiori vittorie che hanno fatto tremare il MIUR negli ultimi anni portano la firma dei legali Bonetti & Delia: dalle questioni di giurisdizione per l’ammissione in G.A.E., sino alle ammissioni ai concorsoni 2012 e 2016 con la tutela al fianco dei dottori di ricerca inseguendo il valore abilitante del loro titolo, a quello dei dirigenti scolastici, al primo e secondo T.F.A. ed alle battaglie sul sostegno portate in Europa dalle associazioni che gli stessi assistono da anni. E’ ancora loro, infine, il ricorso che ha fatto svelare al T.A.R. Lazio il famigerato algoritmo impazzito che ha gestione la mobilità per centomila insegnanti nella calda estate del 2016.
Parimenti storiche sono le affermazioni nel mondo del diritto universitario e allo studio. E’ grazie alla rimessione alla Corte costituzionale di un ricorso dello studio legale, difatti, che da ormai 5 anni l’accesso ai corsi di laurea a numero chiuso si basa su una selezione nazionale a graduatoria unica e che, dopo la vittoria innanzi all’Adunanza Plenaria del 2013, il concorso si svolge con modalità finalmente idonee a garantire l’anonimato. Grazie a queste vittorie, assieme a quelle sull’abolizione del bonus maturità e sullo scorrimento delle graduatorie per tutti i ricorrenti, negli anni, sono stati oltre 20.000 gli studenti che hanno potuto coronare il sogno di studiare Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura o Fisioterapia.
Lo studio, infine, segue da sempre i giovani medici per l’accesso alle specializzazioni ed al mondo della professione e, proprio qualche mese fa, è riuscito ancora una volta a cambiare la storia di tali percorsi imponendo al Ministero della Salute una riforma. Il T.A.R. Lazio, infatti, all’esito di un ricorso patrocinato dai legali Delia & Bonetti al fianco di centinaia di giovani di tutte le Regioni d’Italia, ha annullato un Decreto Ministeriale che resisteva da oltre un decennio e che imponeva a tutti i neolaureati in medicina di attendere a volte anche un anno prima di partecipare alle prove per diventare medici di famiglia. Grazie a questa vittoria anche i neolaureati potranno partecipare velocizzando, così, l’ingresso nel mondo del lavoro.
Enorme clamore a livello nazionale, su questo tema, ha avuto la vittoria degli Avvocati Delia e Bonetti nei confronti degli Atenei di Milano Statale e Roma La Sapienza rei di aver istituito il numero chiuso anche per i corsi di laurea umanistici e di Psicologia. Il T.A.R. del Lazio, in entrambi i casi, accogliendo le azioni dei legali ha stabilito il principio secondo cui non è possibile istituire corsi di laurea a numero chiuso in misura ulteriore rispetto a quelli stabiliti dal Legislatore del 1999 neanche al fine di soddisfare i c.d. requisiti minimi imposti da normative ministeriali sopravvenute.
Impegnato, da sempre, in tutto l’ampio ambito del diritto amministrativo, uno dei dipartimenti dello Studio cura anche l’assistenza in fase contenziosa e stragiudiziale in materia di appalti e procedure concorsuali e l’assistenza di Imprese e Società in ambito di licensing internazionale la cui specialità è valsa, innanzi ad importanti affermazioni che hanno segnato la giurisprudenza sul tema, il Premio Le Fonti 2017 di Boutique d’Eccellenza dell’anno.
 




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Santi Delia, Michele Bonetti iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento








cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting