Borse in Europa chiudono positive

11 Febbraio 2019 - Autore: Redazione


Le Borse europee archiviano la giornata di Borsa e sono tutte al rialzo. I guadagni sul Ftse Mib e Cac superano il punto percentuale. I due indici mantengono la guida del listino europeo fino alla chiusura. Lievitano le aspettative positive sul nuovo ciclo di negoziati commerciali Usa-Cina, i meeting sono fissati per questa settimana.


Indici

Questo il quadro generale degli indici europei

  • il Dax è a +0,9911% a 11.014, +107 punti

  • il Ftse 100 è a +0,82% a 7.129, +74 punti

  • il Cac è a +1,06% a 5.014, +52 punti

  • il Ftse Mib è a +1,21% a 19.586, +234 punti

  • l’Ibex è a +0,90% a 8.936, +79 punti

  • l’Euro Stoxx è a +0,96% a 3.165, +30 punti  

 

L’indice Ftse Mib si è riportato all’interno del canale laterale partito nel mese di ottobre, dopo la falsa rottura avuta nei giorni scorsi, il bordo più vicino ai prezzi è quello superiore posto a 19.700. Il benchmark, nelle sedute scorse, pur lasciandosi alle spalle il livello indicato non ha mai generato un trend al rialzo.

Grafico:

https://www.tradingview.com/x/nRpzEhoy/

 

L’indice Dax ha abbandonato nei giorni scorsi la soglia psicologica di 11.000, recuperandola in intraday quest’oggi.

 

L’indice Ibex di Madrid è all’interno di un canale laterale. Il trading range, partito la metà di ottobre, è delimitato dai due livelli 9.300 in alto e 8.600 in basso. Nelle ultime sedute i corsi sono stati respinti dal bordo superiore di questo rettangolo.

 

Quanto alla Francia, l’indice Cac ha abbandonato lo spike a (v) rialzista di medio periodo, il supporto di riferimento è a 4.900

 

Nel link seguente tutti i  livelli statistici ad elevata probabilità di test degli indici.

Mercato valutario e pips

Il Dollaro prende forza verso euro,  sterline e franco svizzero:

 

  • $ Nel dettaglio l’eur/usd registra una variazione del -0.46%, a 1,1268 -51 pips. Il biglietto verde ha abbandonato l’importante soglia psicologica a 1,1300. Il usd/chf quota un +0,47%, a 1,0044, +46 pips e per terminare il gbp/usd segna una variazione del -0,63%, a 1,2854, -81 pips.

 

L’Euro guadagna terreno nei confronti della sterlina inglese e stabile verso il franco svizzero.

 

  • Nel dettaglio l’eur/chf segna un -0,02% a 1,1318 -2 pips. La valuta del vecchio continente nei confronti della sterlina eur/gbp quota, invece, a +0.28% a 0,8766, +26 pips.

 

Materie Prime

Il petrolio ha rotto nei giorni scorsi la resistenza a 55 dollari senza però riuscire ad accelerare al rialzo. Il Wti, nel momento in cui si scrive, quota a 52,17 dollari, a -0,97% -0,52 figura. L’oro nero ha disegnato una figura di inversione rialzista, la linea del collo (neckline) è a quota 55 dollari. La conformazione verrà confermata con un'accelerazione dei volumi e della volatilità sopra il livello indicato. I prezzi sono sotto pressione per effetto dell’aumento del numero di trivelle degli Stati Uniti.

L’oro, nel momento in cui si scrive, scambia a 1.308 -0,45% -5,96 figura. Il gold ha rotto nei giorni scorsi la resistenza psicologica a 1.300 dollari ed è partito un veloce movimento al rialzo per poi ritracciare per prese di profitto. Il metallo giallo nel momento in cui si scrive è vicino alla apertura di ieri.

Il rame, dopo aver rotto al rialzo, nei giorni passati, la resistenza a 2,8 è tornato sotto il livello superiore del canale laterale che ha accompagnato  dall’estate le quotazioni. Il range era compreso tra supporto di 2,60 e la resistenza a 2,80. L’oro rosso quota, nel momento in cui si scrive, -0,98% a 2,7760 -0,02734 figura, sopra al bordo superiore del canale laterale indicato.

Tassi di interesse e basis point

I rendimenti europei dei bond decennali nel corso della giornata si sono mossi in direzione opposta.

 

  • Il Bund tedesco passa di mano a 0,12% segnando un aumento del rendimento di +3,4 basis point.

  • Il Btp italiano quota a 2,87% registrando un calo del rendimento di -6,7 basis point. Il livello psicologico è al 3%.

  • Il Gilt inglese quota a 1,06% con una contrazione del rendimento di +2,9 basis point.



Curiosità

Negli articoli precedenti si evince che quando le quotazioni del Dax e Ftse Mib sono contrastate, difficilmente generano oscillazioni superiore al 1%.

Grafico:

https://www.tradingview.com/x/qXPPjs61/

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades