xm zero
FinanzaeDiritto sui social network
19 Marzo 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Borse Europee negative a metà giornata, continua la discesa dopo le stime negative di ieri della Bce

8 Marzo 2019 - Autore: Redazione


Oggi le piazza finanziarie del vecchio continente continuano a viaggiare in territorio negativo. Se Il trend principale era rialzista fino ieri mattina, dal pomeriggio scorso tutto si è esaurito in seguito alle dichiarazioni di Mario Draghi.

“C'è una notevole moderazione nell'espansione economica che si estenderà durante l’anno in corso. La persistenza di incertezze legate a fattori geopolitici, la minaccia di protezionismo e la vulnerabilità nei mercati emergenti lascia il segno sulla fiducia economica", ha detto ieri il presidente della Bce ha dichiarato:

La Bce ha ridotto la sua previsione di crescita per il 2019 all'1,1% rispetto alla precedente previsione dell'1,7% di dicembre. Come reazione l’euro dollaro ha subito un crollo accelerato delle quotazioni, generando un  minimo di 21 mesi.

Sul lato orientale delle piazze asiatiche, il dato relativo al saldo della bilancia commerciale cinese, sia per le importazioni sia le esportazioni, ha fornito un quadro negativo dell'economia. Gli investitori sono in attesa di una soluzione nei negoziati commerciali tra Cina e Stati Uniti.

I dati macroeconomici Usa pubblicati alle 14:30 hanno portato una reazione negativa sia sul listino Europeo sia sul future americano Sp500.

Indici

Negli ultimi giorni, l’indice Ftse Mib si è portato sopra una congestione dopo un significativo impulso rialzista. La prossima resistenza è posta a 21.00 punti. Nelle sedute passate, l’indice ha segnato il nuovo massimo da inizio anno a quota 21.009 punti.  Ora quota a 20.405 (+1,411%). Al momento con la correzione in corso il trend al rialzo si è esaurito.

Grafico Ftse Mib:  

https://www.tradingview.com/x/jvbKifXF/

 

Nelle sedute passate, dopo aver superato la soglia psicologica di 11.000, l’indice Dax si è portato di slancio oltre quota 11.600, per poi tornare sotto tale livello. Venerdì Il benchmark ha segnato un nuovo massimo da inizio anno a 11.676. Ora quota 11.418 (-0,86%). La correzione di oggi ha innescato un impulso ribassista.

Grafico del Dax:

https://www.tradingview.com/x/J9X2RkpE/

Quanto alla Francia, l’indice Cac prosegue lo spike a (v) rialzista di medio periodo. La resistenza a 5.200 è stata superata, il supporto di riferimento rimane a 4.900. La prossima resistenza di periodo è prevista a 5.500. Poche sedute passate, il Cac ha segnato il nuovo massimo da inizio anno a 5.315. Ora quota a 5.225 (-0,81%) con la partenza di un impulso ribassista.

Grafico indice Cac:

https://www.tradingview.com/x/Pn57iDIH/

La settimana scorsa, l’indice Ibex di Madrid è rientrato nel canale laterale che ha contenuto le quotazioni dalla metà di ottobre. Il trading range era delimitato da due livelli 9.200 e 8.600 in basso. In Spagna si voterà in primavera. Nelle sedute scorse, l’Ibex ha segnato il nuovo massimo da inizio anno a 9.366. Ora quota a 9.119 (-1,41%).

Grafico del Ibex:

https://www.tradingview.com/x/jfPi3DHa/

 

Le scorse sedute, anche l’indice Euro Stoxx ha segnato il nuovo massimo da inizio anno, a quota 3.340. Nelle ultime sedute è partito un impulso ribassista, ora quota a 3.277 (-0,95%).

Grafico indice Euro Stoxx:

https://www.tradingview.com/x/XwJgFjO1/

 

Al link seguente tutti i  livelli statistici ad elevata probabilità di test degli indici.

Mercato valutario  

Ieri, l'euro è sceso bruscamente nei confronti del dollaro, dopo che la Banca centrale europea (BCE) ha presentato una serie di misure di politica monetaria. Oggi le cose stanno andando diversamente.

 

  1. Il Dollaro è forte verso La sterlina inglese, e debole rispetto l’euro e il franco svizzero.

 

  • Nel dettaglio l’eur/usd registra un valore del  1,1230 (+0,35%). Il ’usd/chf quota a 1,0075 con una variazione dello -0,38% (-37 pips) e il gbp/usd segna 1,3058 (-22 pips) con una variazione del -0,15%.

 

  1. L’Euro è forte nei confronti della sterlina inglese e neutrale verso il franco svizzero.  

 

  • La valuta del vecchio continente nei confronti della sterlina eur/gbp quota a 0,8599 (-23 pips), con una variazione del +0,54%.

  • Nel dettaglio l’eur/chf segna 1,1316 (-22 pips) un -0,04%.  

Materie Prime

  1. Nei giorni scorsi il petrolio ha rotto la resistenza a 55 dollari e rimane ora sopra tale livello. Il Wti è ora a quota 54,96 dollari al barile registrando una variazione percentuale del +0,85% (+0,48 figura). Il greggio è entrato all’interno di una stretta congestione compresa tra 55 e 58 dollari. Nelle sedute passate, Trump ha chiesto all’Opec di ridurre i prezzi e così il greggio è scivolato da 57,59 a 55 dollari. Venerdì scorso, fra l’altro, gli Stati Uniti hanno comunicato il record di produzione giornaliera, 12,1 milioni di barili. Più in generale sul medio periodo, l’oro nero ha disegnato una figura d’inversione rialzista, la linea del collo (neckline) era posizionata a quota 55 dollari. La conformazione è stata confermata tecnicamente. Il target, attraverso la tecnica delle proiezioni, è a 63 dollari.

  2. L’oro scambia a 1.298 dollari per oncia (1,08%). Il metallo si è portato al di sotto del supporto psicologico a 1.300. Ora il movimento è al rialzo a tornare sopra la soglia 1.300 dollari.

  3. Il rame lavora sopra il livello superiore del canale laterale (2,80-2,60), che ha accompagnato dall’estate le quotazioni. L’oro rosso quota 2,87 -0,96% e +0,0278 figura. Il prossimo livello da monitorare è la resistenza psicologica a 3,00. Il metallo rosso sta disegnando una figura di continuazione, nota come bandiera.

 

Tassi di interesse e basis point

A metà della sessione, i rendimenti europei dei bond decennali hanno subito un andamento nettamente positivo.

 

  1. Il Bund tedesco passa di mano a 0,07% segnando un cambiamento di +0,3 basis point.

  2. Il Btp italiano, quota a 2,52%, registra una variazione del rendimento di +6,5 basis point. Il livello psicologico è al 3%.

  3. Il Gilt inglese quota a 1,18% con un rendimento di 1,8 basis point.

  4. Lo Spread tra Italia e Germania è al momento a 244 (5,4 punti).

 

Spread Italia - Germania

Il grafico è all’interno della lateralità con bordo inferiore a 240 e bordo superiore a 310. La quotazione attuale è a 244 (+5,1 punti). Giovedì 7 marzo 2019 l’intervento della Bce, ha generato un falso breakdown del supporto a 240.

Grafico Spread Italia:

https://www.tradingview.com/x/tZ0HBPcP/



Newsletters

Hai perso un tema caldo del momento o un approfondimento o un’analisi?

Vuoi restare aggiornato sui temi economici o gli eventi organizzati da finanzaediritto?

ISCRIVITI alla Newsletters di finanzaediritto.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento










cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades