Borse Asia positive, Shanghai Composite sopra 2.700

13 Febbraio 2019 - Autore: Redazione


Borse Asia positive, Shanghai Composite sopra 2.700

Chiusure in Asia caratterizzate dal segno verde, i due indici migliori sono lo Shanghai Composite ed il Nikkei. L’indice cinese ha rotto al rialzo un canale laterale che ha perdurato dal mese di ottobre. La borsa Indiana, con il suo Nifty, rimane sotto 11.000, una soglia tecnica e psicologica importante. I mercati sono trainati dalle aspettative positive degli accordi commerciali Usa-Cina e dalle dichiarazioni di Trump che è aperto a posticipare oltre i primi di marzo la scadenza sulle tariffe.

 

Nel dettaglio, lo Shanghai Composite cinese ha terminato la seduta a +1,84% a 2.721 +49 punti. L’indice cinese si è mosso all’interno di un ampio trading range partito dal mese di ottobre. I limiti inferiore o superiore di questo canale di oscillazione sono rappresentati dalla resistenza a 2.700 e dal supporto a 2.450. Nel momento in cui si scrive l’indice ha rotto il limite superiore del range, il livello psicologico 2.700.

Grafico Shanghai: https://www.tradingview.com/x/uXNhDqS9/

 

Il Nikkei giapponese ha segnato un +1,34%, a 21.144 +280 punti. Il mercato, dopo il test con il supporto a 19.000 toccato il 27 dicembre 2018, ha generato un mini trend rialzista. Il livello di arrivo di questa conformazione grafica è rappresentato dalla resistenza a 21.100 che è stata rotta nella seduta odierna. I prezzi hanno rotto la mini congestione a forma di rettangolo dalla metà di gennaio. Grafico:

https://www.tradingview.com/x/9MpPn2Dy/

 

 

Nel link seguente tutti i  livelli statistici a maggiore probabilità di test per il Nikkei.

L’ Asx 200 australiano ha segnato un -0,25% a 6.063 -25 punti, consolidando i profitti dopo aver rotto, nelle sedute passate la resistenza a 5.900. Il prossimo livello da monitorare è la resistenza a 6.200.

 

Quanto alla Corea del Sud, il Kospi, sud coreano ha registrato una performance del +0,50% a 2.201 +11 punti. Graficamente questo indice ha rotto il range partito dalla fine ottobre 2018. Dopo la rottura del canale laterale è partito un trend rialzista. Nelle ultime sedute dopo una breve correzione è ripartito il movimento rialzista. Il successivo ostacolo rialzista è a 2.250.

 

Passando al Nifty 50 Indiano, nel momento in cui si scrive, si è portato in territorio positivo a 0,26% a 10.861 +28 punti. L’indice ha dato un falso segnale con il breakout della resistenza a 11.000 punti nei giorni scorsi.

Grafico Asx 200:

https://www.tradingview.com/x/qdVBHqUF/





Tabella andamento indici Asia aggiornata a mercoledì 13 febbraio 2019

Nome

Prezzi

Punti

Perf. %

 

● SHANGHAI

2721

49

1,84

● NIKKEI

21144

280

1,34

● NIFTY

10860

27

0,25

● KOSPI

2201

11

0,50

● ASX 200

6063

-15

-025

● HANG SENG - HSI

28497

326

1,15

Mercato Valutario

Il dollaro ha chiuso la sessione asiatica contrastato al cambio con le principali valute:   

  • Il Dollaro vs Yuan Cinese, usd/cny a -0,11% a 6.7640 -65 pips, quota al di sopra del supporto a 6,75.

  • Il Dollaro vs Yen Giapponese, usd/jpy a +0,18% a 110,66 +19 pips. Il tasso di cambio negozia sotto la resistenza a 111,40.

  • Il Dollaro Australiano vs Dollaro, aud/usd a +0,47% a 0,7126 +31 pips. Il tasso di cambio negozia sotto la resistenza a 0,74.

  • Il Dollaro vs Rupia indiana, usd/inr a +0,10% a 70,58 +7 pips, scambia sopra il supporto a 69,50.

  • L’ Euro vs Dollaro Americano, eur/usd a +0,01% a 1,1325 a -2 pip, -0,02%.  

 

Materie Prime

Il petrolio ha rotto nei giorni scorsi la resistenza a 55 dollari senza però riuscire ad accelerare al rialzo. Il Wti, nel momento in cui si scrive, quota a 53,57 dollari, a +0,49% 0,26 figura. L’oro nero ha disegnato una figura di inversione rialzista, la linea del collo (neckline) è a quota 55 dollari. La conformazione verrà confermata con un'accelerazione dei volumi e della volatilità sopra il livello indicato.

L’oro, nel momento in cui si scrive, scambia a 1.312 +0,14% +1,92 figura. Il gold ha rotto nei giorni scorsi la resistenza psicologica a 1.300 dollari ed è partito un veloce movimento al rialzo per poi ritracciare per prese di profitto. Il metallo giallo nel momento in cui si scrive ha iniziato a mettere le basi per una struttura di lateralità.Il rame, dopo aver rotto al rialzo, nei giorni passati, la resistenza a 2,8, è tornato sotto il livello superiore del canale laterale che ha accompagnato dall’estate le quotazioni. Il range era compreso tra supporto di 2,60 e la resistenza a 2,80. L’oro rosso quota, nel momento in cui si scrive, +0,19% a 2,77 +0,0046 figura.

Tassi di interesse decennali Asia

I tassi di interesse dei decennali asiatici hanno chiuso la seduta esprimendo forza.

  • Il rendimento del decennale nipponico, corrispondente al bond Jgbs a 10 anni viaggia in territorio negativo -0,02%, segnando un +0,8 basis point rispetto al rendimento della seduta precedente.

  • Il rendimento del decennale australiano, Agbs, scambia a 2,16% registrando +3,5 basis point.

  • il rendimento del decennale indiano, Igbs, scambia a 7,56% stabile a +0,1 basis point.

Grafico:

https://www.tradingview.com/x/IKlrcXUg/

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades