corporatecounsel
FinanzaeDiritto sui social network
23 Aprile 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Borse Asia positive, Nifty in testa

31 Gennaio 2019 - Autore: Redazione


La quarta seduta borsistica della settimana si è conclusa positiva per l'Asia. L’esito della riunione della Federal Reserve a Wall Street ha trainato al rialzo i paesi dell’asia. Il Governatore della Banca Centrale americana si è mostrato molto accomodante.

 

Indici Asia

Nel dettaglio, il Nikkei giapponese ha segnato un +1,06%, a 20.773 +217 punti. Il mercato, dopo il test con il supporto a 19.000 toccato il 27 dicembre 2018, ha generato un mini trend rialzista. Il livello di arrivo di questa conformazione grafica è rappresentato dalla resistenza a 21.100. I prezzi sono all’interno di una mini congestione a forma di rettangolo dalla metà di gennaio. Il massimo di periodo registrato lunedì 21 gennaio 2019 a 20.892 coincide con il top di giovedì 20 dicembre 2018, pertanto diventa un valore da monitorare nelle sedute a seguire. La seduta intraday è stata caratterizzata durante la mattina da un andamento al ribasso mentre, nella fase del pomeriggio c’è stato un recupero. Il benchmark ha poi chiuso in positivo.

Nel link seguente tutti i I livelli statistici a maggiore probabilità per il Nikkei.

L'Hang Seng di Hong Kong ha chiuso la seduta registrando un valore del +1,08% a 27.942 +299 punti. L’indice ha rotto nelle sedute passate la resistenza a 27.300. Il range di lateralità era costituito fra il supporto a 25.000 e la resistenza a 27.300. La giornata è stata caratterizzata da un'apertura in gap e da un ulteriore rialzo delle quotazioni.

Lo Shanghai cinese ha terminato la seduta a +0,35% a 2.584 +8 punti. L’indice cinese si muove all’interno di un ampio trading range partito dal mese di ottobre. I limiti inferiore e superiore di questo canale di oscillazione sono rappresentati dalla resistenza a 2.700 e dal supporto a 2.450. Nel momento in cui si scrive l’indice si mantiene a metà del range.

Passando al Nifty Indiano, nel momento in cui si scrive, si è portato in territorio positivo, a +1,68% a 10.830 +179 punti. L’indice ha registrato un movimento giornaliero al rialzo chiudendo vicino al massimo di giornata. Poche sedute passate aveva rotto definitivamente al ribasso il triangolo ascendente e sembrava continuare il cammino verso il basso allontanandosi dalla resistenza psicologica di 11.000. Ora le quotazioni sono tornate a puntare verso l’alto.

Quanto alla Corea del Sud, il Kospi è l’unico indice a chiudere vicino alla parità. Il benchmark ha registrato una performance del -0,06% a 2.204, -1,35 punti chiudendo vicino alla parità. Graficamente questo indice ha rotto il range partito dalla fine ottobre 2018. Al momento il Kospi è l’indice giornaliero migliore in Asia. L’indice è all’interno di un trend rialzista partito con la rottura di un canale laterale che ha contenuto le quotazioni dalla metà del mese di ottobre. Il prossimo ostacolo al rialzo è collocato a 2,250 (-2% dai livelli attuali).

 

Tabella riassuntiva aggiornata a giovedì 31 gennaio 2019

Nome

Prezzi

Punti

%

 

● NIKKEI

20773

+217

+1,06

● HSI

27942

299

+1,08

● SHANGHAI

2584

+8

+0,35

● KOSPI

2204

-1

-0,06

 

Mercato Valutario

Il dollaro ha chiuso la sessione asiatica contrastato.

  • Il Dollaro vs Rupia indiana, usd/inr +0,21% a 70,98 +14 pips, sopra il supporto a 69,50.

  • Il Dollaro vs Yuan Cinese, usd/cny +0,11% a 6.7136 +71 pips, sopra il supporto a 6,75.

  • Per terminare il Dollaro vs Yen Giapponese, usd/jpy a -0,36% a 108,63 -39 pips, sotto la resistenza a 110,21.

 

Materie prime

Il petrolio, nel momento in sui si scrive, è sotto la resistenza a 55 dollari, dopo l’ascesa delle quotazioni dai minimi di fine dicembre a 42. Al momento il Wti quota a 54,18 dollari, la parità a +0,00% +0,00 figura. L’oro nero sta disegnando una figura di inversione rialzista, la linea del collo (neckline) è a quota 55 dollari.

L’oro, nel momento in cui scrive, scambia a 1.323 +0,28% +3,64 figura. Il gold, sente il supporto psicologico a 1.300. Il metallo giallo nelle sedute passate aveva visto forte accelerazione dei prezzi mentre oggi sembra attestarsi vicino ai massimi di ieri a 1323.

Il rame è in una fase di lateralità. Questa tendenza è iniziata dal mese di agosto 2018 ed è ancora in corso. Il range è compreso tra supporto di 2,60 e la resistenza a 2,80. Nelle sedute passate il copper ha generato molteplici false rotture, senza uscire in modo definitivo dai due livelli di prezzo evidenziati. La posizione dell’oro rosso è sopra il livello inferiore indicato e nel momento in cui si scrive, registra un +0,31% a 2,7718 +0.085 figura.



Tassi di interesse decennali e bond Asia

Andamento contrastato per i tassi di interesse dei decennali bond asiatici. A seguire i rendimenti dei decennali asiatici:

  • Il rendimento del decennale nipponico, Jgbs a 10 anni viggia in territorio positivo +0,002%, +0,1 basis point.

  • Il rendimento del decennale australiano, Agbs a 10 anni ora scambia a 2,251% registrando un rimbalzo  poco significativo, 0,1 basis point.

  • il decennale indiano, Igbs a 10 anni con rendimenti al 7,494% una variazione inesistenza di 0,0 basis point, sopra i 7,20%.

 

Grafico:

https://www.tradingview.com/x/08IK8Vls/

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades