directa
FinanzaeDiritto sui social network
18 Marzo 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Asia positiva grazie a trattative commerciali Usa-Cina

8 Gennaio 2019 - Autore: Redazione


Sentiment positivo sull’azionario asiatico e sul petrolio, grazie alle trattative tra Usa-Cina che si concluderanno oggi, martedì 8 gennaio 2019, a Pechino. Le due delegazioni hanno già individuato possibili soluzioni ai rapporti commerciali tra i due paesi.

 

Indici. Chiusura in verde, quindi, per gli indici dell’estremo oriente, la migliore è Tokyo, +0.82%, a 20.204, +165 punti, ancora lontana prima resistenza a 20.830. Il Nifty 50 indiano, nel momento in cui si scrive, quota +0.27% a 10.800 +26 punti. L’Hang Seng di Hong Kong ha terminato la seduta a +0.15% a 25.875, +39 punti. L’indice è sopra il supporto a 25.080 e per finire in rosso è lo Shanghai Composite cinese chiude a -0.26% a 2.526 -6 punti sopra i minimi di periodo a 2.448.

 

Mercato Valutario. Il dollaro si è rafforzato sui mercati asiatici. Usdjpy è a +0.13% a 108.84, +13 pips, sotto la resistenza a 112,65. Biglietto verde lievemente positivo anche verso: lo Yuan cinese, usdcny, +0.17 a 6.8584 +12 pips, sopra i minimi a 7,00 e verso la Rupia indiana, usdinr +0.65% a 70.17, +45 pips, sopra il supporto a 69,50.

 

Materie prime. Prosegue l’impulso rialzista del petrolio partito alla fine del mese di dicembre anche se il primo tentativo di attacco alla resistenza a 49,70 è fallito. Nel momento in cui si scrive è a +0.69% a 48.97 sotto i 50 dollari. L’oro, invece, in leggera flessione -0.50% a 1282 -6 punti sul apprezzamento del dollaro.  

Il Gold, in particolare, ha risentito della resistenza a 1.300 dollari sfiorata nei giorni passati, con delle vendite nella seduta di venerdì che si sono in parte arrestate.

Leggero ritracciamento dai massimi di ieri del rame, anche se la variazione rispetto alla chiusura di ieri è positiva +0,37% a 2,63.

 

Tassi di interesse. Possiamo dire che è confermata la fase di pausa relativa agli acquisti sui bond dell’area asiatica, dopo i forti acquisti delle ultime settimane. Vediamo che per alcuni governativi abbiamo segnali di vendita. Il decennale nipponico Jgbs è tornato positivo a 0.013% sopra lo 0, guadagnando 0.29 basis point. Le vendite sono proseguite anche sul bond australiano Agbs a 10 anni, il rendimento ora scambia a 2,312% +3,4 basis point anche se c’è stato un lieve calo tecnico per prese di profitto in intraday.. In lateralità il bond indiano a 10 anni Igbs, con rendimenti al 7,46% sopra i 7,20% -0.02 basis point.




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento




Tag

asia 







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades