ActivTraderApp
FinanzaeDiritto sui social network
26 Maggio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




BANCA PROFILO: APPROVATA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

30 Luglio 2014 - Autore: Redazione


Il Consiglio di Amministrazione di Banca Profilo S.p.A., riunitosi ieri sotto la Presidenza di Matteo Arpe, ha approvato, tra l’altro, la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2014.

Risultati consolidati del primo semestre 2014
Banca Profilo e le sue controllate nel corso del primo semestre 2014 hanno continuato nell’attività di sviluppo, promozione e consolidamento delle attività di business, in linea con quanto previsto dal Piano Industriale approvato nel mese di Gennaio 2014. La validità delle scelte operative e strategiche intraprese ha consentito di chiudere il semestre con un risultato operativo di 8,6 milioni di Euro, il più alto degli ultimi cinque anni, in aumento del 52,0% rispetto ai 5,6 milioni di Euro dello stesso periodo dello scorso esercizio, ed un utile netto consolidato di 4,1 milioni di Euro, in crescita di 0,7 milioni di Euro rispetto ai 3,4 milioni di Euro del 30 giugno 2013 (+20,9%).

In termini di volumi, la raccolta totale del Gruppo inclusa la raccolta della fiduciaria (al netto di quanto depositato in Banca Profilo) ha raggiunto i 4.482 milioni di Euro, in crescita del 6,6% rispetto al primo semestre 2013. La raccolta totale amministrata e gestita di Banca Profilo e delle sue controllate (inclusiva della raccolta diretta) ha raggiunto i 3.558 milioni di Euro, in aumento del 11,8% rispetto ai 12 mesi precedenti.

L’incremento maggiore, sia in termini assoluti (500 milioni di Euro) che relativi (+21,6%), è da attribuire alla raccolta indiretta, che passa dai 2.310 milioni di Euro del 30 giugno 2013 ai 2.810 milioni di Euro del 30 giugno 2014. La raccolta indiretta sale in tutte le sue componenti: il risparmio amministrato cresce del 29,5%, il risparmio gestito cresce del 15,3% e anche la raccolta estera cresce del 7,7%.

Sotto il profilo reddituale, il totale dei ricavi netti consolidati si è attestato a 30,7 milioni di Euro, in aumento di 4,6 milioni di Euro rispetto ai 26,1 milioni di Euro del 30 giugno 2013 (+17,5%).

Il margine di interesse registra una diminuzione di 1,6 milioni di Euro (-17,2%), legata principalmente alla riduzione della consistenza media del portafoglio AFS ed alla riduzione generalizzata dei rendimenti dei titoli governativi. Le commissioni nette aumentano di 1,4 milioni di Euro (+15,5%), grazie ai proventi derivanti dalla nuova operatività di Capital Market dell’investment banking ed alla maggiore redditività del risparmio amministrato. Il risultato netto dell’attività finanziaria e dei dividendi aumenta rispetto al semestre dello scorso esercizio di 5,3 milioni di Euro (+70,5%), passando dai 7,6 milioni di Euro del 30 giugno 2013 ai 12,9 milioni di Euro del 30 giugno 2014. Il risultato è da attribuirsi alle ottime performance realizzate dall’area Finanza di Banca Profilo, sia nella componente azionaria che in quella obbligazionaria, dalla valorizzazione del portafoglio AFS e dall’attività dei mercati in BPdG. Gli altri proventi (oneri) di gestione diminuiscono di 0,6 milioni di Euro contro un valore sostanzialmente nullo dello stesso periodo dello scorso esercizio; la voce comprende la stima degli oneri previsti per la chiusura di una vertenza in atto in relazione all’acquisto della controllata BPdG nel 2007.

I costi operativi registrano un incremento semestre su semestre di 1,6 milioni di Euro (+8,0%), passando dai 20,5 milioni di Euro del 30 giugno 2013 ai 22,1 milioni di Euro del 30 giugno 2014. Tale dato è da ricondursi i) all’incremento delle spese del personale per 1,0 milione di Euro (+8,5%), legato all’inserimento di nuovi private banker, all’aumento della componente variabile delle retribuzioni ed all’impatto di alcune uscite incentivate in Banca Profilo; ii) all’incremento delle altre spese amministrative per 0,3 milioni di Euro (+3,3%) per consulenza, marketing e information technology; iii) all’incremento per 0,3 milioni di Euro delle rettifiche di valore su immobilizzazioni, da attribuire principalmente agli ammortamenti dell’immobile di via Cerva (complessivamente, l’impatto netto della nuova sede sui costi operativi è positivo nel semestre per 0,3 milioni di Euro).

Il risultato della gestione operativa è pari a 8,6 milioni di Euro, in aumento di 2,9 milioni di Euro rispetto ai 5,6 milioni di Euro del 30 giugno 2013 (+52,0%).
Gli accantonamenti per rischi ed oneri del periodo ammontano a 0,7 milioni di Euro, principalmente in relazione alla chiusura di un contenzioso di Banca Profilo in essere e risalente al 2001. Le rettifiche di valore sui crediti ammontano a 0,6 milioni di Euro e sono riconducibili quasi interamente alla svalutazione di alcune posizioni creditizie effettuata da Banca Profilo.

L’utile netto consolidato semestrale si assesta a 4,1 milioni di Euro (+20,9% a/a), in costante crescita negli ultimi cinque anni.

Lo Stato Patrimoniale evidenzia un Attivo Consolidato di 2.382 milioni di Euro, in aumento del 26,1% rispetto al 31 dicembre 2013. Risultano in aumento gli impieghi in attività finanziarie per 220 milioni di Euro (+19,4%), i crediti verso la clientela per 164 milioni di Euro (+49,2) e crediti verso banche per 110 milioni di Euro (+34,3%), così come le passività finanziarie per 234 milioni di Euro (+72,9%), la raccolta da clientela per 83 milioni di Euro (+12,4%) e i debiti verso banche per 169 milioni di Euro (+26,5%).

I Fondi Propri consolidati di Banca Profilo, alla data del 30 giugno 2014, calcolati sulla base della nuova normativa di vigilanza (Basilea III) sono pari a 161 milioni di Euro, con un CET1 Capital Ratio del 23,3% che conferma la volontà di mantenere un livello di solidità patrimoniale elevato.

Risultati consolidati del secondo trimestre 2014

Relativamente ai risultati del secondo trimestre 2014 rispetto a quelli del primo del 2014, diminuisce il margine di interesse per 0,6 milioni di Euro (-15,5%), principalmente a causa della riduzione della consistenza media del portafoglio AFS e di una riduzione generalizzata dei rendimenti dei titoli governativi; le commissioni nette scendono di 0,6 milioni di Euro (-10,8%), dopo che nel primo trimestre si erano registrati i proventi dell’attività di collocamento azionario effettuato sul mercato AIM; al netto di questa operatività il risultato commissionale del periodo risulta in leggera crescita sul trimestre precedente.

Il risultato netto dell’attività finanziaria e dei dividendi si conferma sostanzialmente in linea (-1,9%) anche grazie alle ottime performance dell’area Finanza di Banca Profilo. Gli altri proventi e oneri di gestione registrano nel periodo un incremento negativo di 0,9 milioni di Euro. La voce comprende la stima degli oneri previsti per la definizione della vertenza in corso relativa all’acquisto della partecipata BPdG. I costi operativi, nelle loro componenti di costi del personale, spese amministrative e rettifiche di valore su attività materiali e immateriali, si confermano sostanzialmente in linea trimestre su trimestre.

L’utile netto del secondo trimestre 2014 si assesta a 1,4 milioni di Euro, in calo rispetto ai 2,7 milioni di Euro del primo trimestre.

Risultati consolidati per settori di attività

Private Banking
Le masse complessive del Private Banking ammontano a 2,8 miliardi di Euro, in aumento del 24,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con flussi di raccolta netta nel primo semestre 2014 pari a 170 milioni di Euro. Il numero di clienti supera quota 2 mila, in crescita del 6% da inizio anno.

L’aumento delle masse è sostenuto dalle diverse iniziative commerciali in corso. In termini di prodotti, prosegue lo sviluppo delle polizze assicurative con l’avvio del collocamento di nuove polizze di ramo I a fianco dello sviluppo di quelle di ramo III (complessivamente, 168 milioni di Euro al 30 giugno 2013). Prosegue anche la crescita del nuovo servizio di consulenza avanzata a pagamento, Profilo Portfolio Advisory (PPA), a beneficio della redditività del risparmio amministrato, con 187 milioni di Euro al 30 giugno 2014 (contro i 47 milioni di Euro al 30 giugno 2013). Aperti inoltre i rapporti di distribuzione con 8 nuove case di fondi nel semestre. Sul fronte degli eventi dedicati alla clientela, attuale e prospettica, nel mese di maggio Banca Profilo è stata main sponsor con Loro Piana dell’evento Piazza di Siena in Roma, mentre proseguono con continuità ed ottimi risultati di partecipazione i ‘salotti finanziari’ presso tutte le Filiali e gli eventi legati all’iniziativa ‘Profilo D’.

La raccolta fiduciaria, effettuata tramite la controllata Arepo Fiduciaria, registra un decremento di 39,7 milioni di Euro attestandosi al 30 giugno 2014 a 1.183 milioni di Euro (-3,2%).
Gli impieghi netti dell’attività creditizia a fine giugno si attestano a 167,1 milioni di Euro, in aumento di 24,7 milioni di Euro (+17,4%) rispetto ai 142,3 milioni di Euro del 30 giugno 2013.

Dal punto di vista economico, il Private Banking ha chiuso i primi sei mesi del 2014 con ricavi netti per 9,6 milioni di Euro, rispetto agli 8,3 milioni di Euro del 30 giugno 2013 (+16,6%).

Tutti i servizi dell’area di business contribuiscono in modo sinergico a tale risultato, ivi compresi l’investment banking con 0,9 milioni di Euro di ricavi (grazie anche alla nuova attività di ECM) e la fiduciaria con 0,5 milioni di Euro di ricavi.

I costi operativi aumentano di 0,5 milioni di Euro (+6,2%) passando dai 7,3 milioni di Euro del 30 giugno 2013 ai 7,8 milioni di Euro del 30 giugno 2014 anche a seguito dell’assunzione nel periodo di nuovi private banker, in particolare nella filiale di Milano.
L’area chiude quindi il semestre con un risultato positivo ante imposte di 1,8 milioni di euro contro gli 0,8 milioni di Euro dello stesso periodo dell’esercizio precedente.

Finanza
I ricavi netti relativi ai primi sei mesi dell’esercizio ammontano a 17,3 milioni di Euro, contro i 13,7 milioni del corrispondente periodo del passato esercizio (+26,4%). L’incremento è da attribuirsi i) all’aumento dell’attività di intermediazione azionaria ed obbligazionaria della clientela istituzionale, anche a seguito dell’apertura di nuove relazioni con clienti italiani ed internazionali, ii) al contributo del portafoglio di banking book ed iii) alla performance degli arbitraggi su titoli di stato nel portafoglio di trading.
In termini di VaR, l’assorbimento scende dai 5,2 ai 3,5 milioni di Euro anno su anno, anche per la riduzione dei rischi direzionali nei portafogli.

I ricavi trimestrali medi sono in costante aumento dal 2010, posizionandosi per il 2014 a quota 8,7 milioni di Euro (7,4 milioni di Euro nel 2013).
I costi operativi aumentano anch’essi nel periodo passando da 3,6 milioni di Euro del 30 giugno 2013 ai 4,1 milioni di Euro del 30 giugno 2014.

L’area Finanza chiude il primo semestre 2014 con un risultato della gestione operativa pari a 13,2 milioni di Euro contro i 10,1 milioni di Euro del primo semestre 2013 (+30,9%).

Attività Estera
L’attività estera viene svolta per il tramite della società Banque Profil de Géstion S.A..
Il settore ha chiuso il 30 giugno 2014 con ricavi netti per 4,8 milioni di Euro contro i 4,3 milioni di Euro del 30 giugno 2013 (+11,7%), grazie al positivo contributo delle attività di capital market.

I costi si sono mantenuti stabili a 4,1 milioni di Euro, mentre le masse di raccolta crescono complessivamente per 30,3 milioni di Euro (+6,9%).
Coerentemente con l’incremento delle masse, l’attività creditizia registra un incremento (+25,0%) attestandosi a 47,2 milioni di Euro al 30 giugno 2014 rispetto ai 37,8 milioni di Euro del 30 giugno 2013.

Il risultato ante imposte è positivo per 0,6 milioni di Euro contro un risultato positivo di 0,2 milioni di Euro del corrispondente periodo dello scorso esercizio.

Corporate Center
Il Corporate Center chiude i primi sei mesi dell’anno con un risultato ante imposte negativo per 8,5 milioni di Euro rispetto ai 5,8 milioni di perdita del 30 giugno 2013; all’interno di tale aggregato i costi operativi sono pari a 6,2 milioni di Euro contro i 5,4 milioni di Euro al 30 giugno 2013 (+13,5%).

Banca Profilo S.p.A.: risultati del primo semestre 2014
La Banca chiude i primi sei mesi dell’esercizio 2014 con un risultato netto di 3,4 milioni di Euro, sostanzialmente in linea con il risultato del 30 giugno 2013.

I ricavi netti dei primi sei mesi sono pari a 25,7 milioni di Euro contro 21,4 milioni di Euro del 30 giugno 2013, in aumento del 20,3%. Il margine di interesse risulta in diminuzione di 1,5 milioni di Euro (-17,2%) a causa della riduzione della consistenza media del portafoglio AFS e della riduzione generalizzata dei rendimenti dei titoli di stato. Gli altri ricavi netti, pari a 18,7 milioni di Euro al 30 giugno 2014, crescono di 5,8 milioni di Euro (+45,0%) grazie i) al risultato netto dell’attività finanziaria, che cresce rispetto al primo semestre 2013 di 4,9 milioni di Euro (+93,8%) ed ii) all’aumento delle commissioni nette (+19,7%), grazie all’attività di Capital Market ed alla maggiore redditività del risparmio amministrato; pesano inoltre sull’aggregato gli oneri previsti per la definizione della vertenza relativa all’acquisto di BPdG del 2007.

Il totale costi operativi al 30 giugno 2014 ammonta a 18,3 milioni di Euro, in aumento di 2,3 milioni di Euro (+14,4%). Le spese del personale crescono per 1,0 milione di Euro in seguito all’ingresso di alcuni private banker, all’aumento della componente variabile delle retribuzioni ed alla presenza di alcune uscite incentivate. Le altre spese amministrative crescono di 1,2 milioni di Euro a seguito dell’incremento dei costi per consulenze, marketing, information tecnology e affitti (quest’ultima voce è un costo infragruppo).

Lo Stato Patrimoniale della Banca al 30 giugno 2014 evidenzia un Totale dell’Attivo pari a 2.252 milioni di Euro contro i 1.797 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 (+25,3%) ed un Patrimonio Netto pari a 148,7 milioni di Euro contro i 142,3 milioni di Euro di fine 2013 (+4,5%).




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades